INTEGRITY LEGA PRO

INTEGRITY OFFICE LAGA PROintegrity-3

SANZIONI INTEGRITY

VADEMECUM REFERENTI INTEGRITY

SIMPOSIO SORBONNE-ICSS

CODICE ETICO




Bilancio in numeri della Lega Pro sulla lotta alle frodi sportive: l'Integrity Tour chiude le tappe 2013-14 ad Ascoli.

• 3 anni di attività e 3 elementi chiave dell'Integrity Tour Lega Pro: prevenzione, formazione, informazione

• 9 mesi di attività dell'Integrity Tour nel 2013-14

• 37 città visitate per incontrare 37 società di Prima e Seconda Divisione nella sola s.s. 2013-2014

• oltre 4.800 persone tra giocatori, dirigenti, tecnici, arbitri della Can Pro, delegati di Lega Pro e Presidenti dei Club formati a stagione sportiva

• nella s.s. 2013-2014 sono state monitorate più di 1.200 gare e nessuna segnalazione di anomalia segnalata da Sportradar (società specializzata nei servizi antifrode e di integrità dei dati sulle scommesse sportive)

 DSC0035

Il Tour, promosso dalla Lega Pro insieme a Sportradar e a ICS compie 3 anni ed è nato per la necessità di informare i club del fenomeno delle frodi legate alle scommesse sportive e per svolgere un'attenta attività di educazione e prevenzione. Durante gli workshops sono state spiegate le modalità di azione dei manipolatori - come essi approcciano o possano entrare in contatto con i tesserati - e sono sono stati rivolti a: Presidenti dei Club, dirigenti, giocatori della prima squadra e dei settori giovanili, tecnici, delegati della Lega Pro e arbitri della Can Pro.

"Ogni anno vengono scommessi 750 miliardi sullo sport, 50 miliardi sul calcio italiano, 240 milioni sulla Lega Pro e fino a 240 mila euro anche su una singola partita di Lega Pro - dichiara Francesco Ghirelli, DG Lega Pro - Non tutte, però, sono legate a comportamenti leciti e l'Integrity Office di Lega Pro "scende in aula" per salvaguardare 'la cultura della legalità' nei club e per contrastare tutti quei fenomeni che possono pregiudicare il mondo del pallone e le carriere dei nostri tesserati".

 DSC0106

"L'iniziativa portata avanti dalla Lega Pro non è solo importante, ma fondamentale: ha permesso di sensibilizzare le società e di ridurre le situazioni di alert - sottolinea il Prefetto Francesco Cirillo, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza/Direttore Centrale della Polizia Criminale/Presidente dell'Unità Informativa Scommesse Sportive/U.I.S.S. - Proprio grazie alla collaborazione costante tra forze di contrasto, Dipartimento della Pubblica Sicuzza, UISS, GISS e Lega Pro possiamo prevenire le problematiche legate al fenomeno del match-fixing e portare avanti una lotta sempre più 'attrezzata'".

Durante l'incontro sono state ripercorse le tappe principali dell'Integrity Tour: dalla partecipazione della Lega Pro al Simposio Sorbonne-ICSS di Parigi e ai convegni di Berlino e Doha, fino alla presentazione del modello Integrity all'ONU a Ginevra lo scorso novembre.

All'incontro hanno partecipato: Gen. B. CC Luigi Curatoli (Direttore Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale della Polizia Criminale, Coordinatore del Gruppo Investigativo Scommesse Sportive – G.I.S.S.), Marcello Presilla (Integrity Manager Sportradar), Eduardo Gugliotta e Marco Silvestri (Istituto Credito Sportivo), Giuliano Tosti (Socio Ascoli Picchio FC), Guido Castelli (Sindaco di Ascoli), Giuseppe Fiore (Questore di Ascoli), Graziella Palma Maria Patrizi (Prefetto di Ascoli).

Credits: Ascoli

Ascoli, 29 aprile 2014


SANTARCANGELO CALCIO E INTEGRITY : LOTTA ALLE FRODI NELLE SCOMMESSE SPORTIVE

Tre anni di formazione rivolta a giocatori, dirigenti, responsabili dei settori giovanili, arbitri e scuole. Tutto questo è l'Integrity Tour 2013/2014, iniziativa promosso dalla Lega Pro che si muove sul territorio in collaborazione con il Credito sportivo, in qualità di Integrity partner.

L'Integrity, nella giornata di giovedì 27 marzo ha fatto tappa a Santarcangelo di Romagna con l'obiettivo di spiegare ai giocatori della prima squadra e alle formazioni giovanili di Berretti e Allievi la lotta alle frodi nelle scommesse sportive e le relative sanzioni penali e sportive. L'incontro, svoltosi nella sala comunale di Santarcangelo di Romagna è durato circa 50 minuti ed è stato presentato da Emanuele Paolucci (Integrity Officer Lega Pro) e da Marcello Presilla (International Manager Sportradar) il tutto corredato da immagini risalenti ad alcuni personaggi ed alcune partite che sono state prese sotto inchiesta per comportamento irregolare.

 

integrity santarcangelo  integrity santarcangelo1

 

L'Integrity è nato con lo scopo di informare i tesserati sugli avvenimenti accaduti e l'obiettivo è quello di verificare sempre in maniera dettagliata alcune dinamiche "poco chiare" che possono considerarsi al di fuori delle regole comportamentali. Le partite, in Italia e nel mondo, sono monitorate grazie a Sportradar e all'Onu, il 6 novembre scorso, è stato infatti firmato a Ginevra un accordo insieme all'ICSS (International Centre for Sport Security) per una risoluzione che possa garantire un'omogeneità nella sfida alle organizzazioni criminali. Credito Sportivo e Lega invece lavorano già da anni insieme con finanziamenti mirati al settore dell'impiantistica e degli stadi sostenibili. Sono stati realizzati negli ultimi anni stadi senza barriera (vedesi Castel Rigone) si sta costruendo all'Aquila , mentre i progetti in stato avanzato sono a Prato, a Cremona, a Sorrento.

Michele Nardi (portiere e capitano Santarcangelo Calcio): "L'incontro ha catturato l'attenzione e l'interesse di tutta la squadra. Questo appuntamento è servito a capire i reali pericoli in cui possono incombere i calciatori se avvicinati da persone che gestiscono il mondo delle scommesse. Grazie anche alla documentazione fornita, sappiamo come muoverci e come denunciare tali movimenti".

Fonte: Santarcangelo Calcio, 27 marzo 2014

 


 

MELFI A LEZIONE DI LEGALITA' CON L'INTEGRITY TOUR LEGA PRO

integrity brocureUn incontro decisamente interessante e profondamente utile. La Lega Pro nell'ambito dell'Integrity Tour, ha incontrato la As Melfi. Nella mattinata di ieri la prima squadra, lo staff tecnico ed i dirigenti, nel pomeriggio il settore giovanile.

Motivo della visita, illustrare dettagliatamente il sistema delle frodi sportive relativo alle scommesse e le conseguenti sanzioni penali e sportive che possono riguardare tesserati che commettono atti illegittimi.

Il tour dell'Integrity si snoda sull'intero panorama nazionale e riguarda tutte le società. I rappresentanti della Lega di Firenze incontrano tesserati ed atleti e mostrano attraverso filmati e documenti ciò che girà intorno al mondo del pallone, facendo comprendere i rischi cui vanno incontro i tesserati dei club professionisti.

Un confronto utile e proficuo che tende a sensibilizzare i calciatori, gli allenatori e i dirigenti su quelli che possono essere i pericoli che possono arrivare da personaggi loschi e ambigui che gravitano intorno al mondo del calcio.

Per una compagine dall'età media estremamente giovane come il Melfi, l'incontro è risultato importante e produttivo. Facile essere avvicinati anche in maniera subdola. Fondamentale prendere le distanze e denunciare comportamenti ritenuti poco idonei ed equivoci.

Il calcio, sport popolare in grado di attirare mille attenzioni, è spesso purtroppo vittima di scandali e movimenti poco chiari. Utile organizzare manifestazioni di questo genere. Iniziativa lodevole da parte della Lega, da sempre attenta alla moralità e all'aspetto puramente sportivo.

 

integrity melfi1

 

Fonte: AS Melfi, 20 marzo 2014

 


L'INTEGRITY TOUR DI LEGA PRO FA TAPPA DAL FOGGIA CALCIO

Grande attenzione ed interesse ha suscitato nei tesserati del Foggia calcio il Workshop 'Integrity Tour' organizzato dalla Lega Pro in collaborazione con SportRadar e con il Credito Sportivo Italiano e che si è tenuto questo pomeriggio nella sala stampa Antonio Fesce dello stadio Zccaheria.

Informare e formare tutti i tesserati sui rischi connessi alle scommesse nel mondo del calcio con particolare riferimento alla Lega Pro, le tecniche di aggancio ai tesserati prima in maniera quasi innocente e poi sempre più invasiva da parte della criminalità e l'obbligo di denunciare subito un tentativo di illecito.

foggia-sDi tutto questo si è parlato prima con lo staff tecnico, i calciatori e i dirigenti della prima squadra e, a seguire, con i tecnici, i dirigenti e ragazzi delle formazioni Berretti ed Allievi Nazionali. A relazionare Vittorio Angelaccio, Integrity Officer Lega Pro, Marcello Presilla, International Manager Sportradar, agenzia leader nel monitoraggio dei dati e delle partite, e Vincenzo Fucci del Credito Sportivo.

"In tre anni – ha dichiarato Vittorio Angelaccio – abbiamo messo in guardia contro i pericoli delle scommesse illecite circa 8000 tra tesserati, Arbitri e Ispettori di Lega. Abbiamo voluto, inoltre, che ogni società avesse un Delegato Integrity, a cui è stata fornita una opportuna formazione, proprio per avere un riferimento in ogni Società con cui interfacciarci e a cui dare tutta la nostra assistenza".

Impressionati i numeri legati al fenomeno scommesse: "Il giro d'affari delle scommesse sul calcio mondiale è di circa 750 miliardi di euro – ha spiegato Marcello Presilla – di questi 50 miliardi riguardano il calcio italiano, mentre 240 milioni di euro vengono puntati sulle gare di Lega Pro. Un miliardo di euro viene puntato su una sola gara: la finale di Champion's League".

Interessati e molto attenti i calciatori rossoneri che alla fine hanno ringraziati i relatori per le informazioni ricevute: "E' stato un incontro estremamente interessante – ha dichiarato il capitano rossonero Cristian Agnelli – e infatti ci siamo complimentati con i relatori per la chiarezza e completezza delle informazioni. Siamo professionisti e molte cose le sapevamo, altre le abbiamo apprese oggi. Abbiamo capito che dobbiamo sempre stare attenti a chiunque si avvicini a noi. Il calcio è uno sport bellissimo, e queste cose, che fanno solo male a questo sport, devono stare fuori dal nostro mondo".

Positivo il giudizio anche del Direttore Generale del Foggia Sario Masi che nel Foggia rappresenta proprio la figura di Delegato Integrity: "Questo workshop ha rappresentato il naturale complemento al Convegno Sport Integrity a cui abbiamo partecipato a Ginevra. Credo che questo incontro, apprezzato molto dalla prima squadra, sia stato particolarmente interessante soprattutto per i ragazzi delle giovanili che per età e esperienza sono maggiormente vulnerabili. A noi dirigenti fornirà validi suggerimenti per contrastare un fenomeno, quelle delle scommesse illecite, che rappresenta un autentico flagello per le società di calcio".

Fonte: Foggia Calcio, 18 marzo 2014

 


 

INTEGRITY TOUR A TERAMO

L’Integrity Tour della Lega Pro fa tappa a Teramo.

Con la partnership dell’Istituto del  Credito Sportivo e Sportradar, la Lega Pro ha intrapreso un percorso formativo e informativo sulle scommesse illegali.  Nella sala Convegni dello stadio comunale di Piano d’Accio di Teramo, in due distinte sedute,  settore giovanile prima e prima squadra dopo, hanno ascoltato l'Integrity Officer, Emanuele Paolucci,  i rappresentanti del Credito sportivo,  Prof. Gentili e  di Sportradar Marcello Presilla. I relatori  hanno illustrato il fenomeno  del  Match-Fixing e le sanzioni, penali e disciplinari.

 


INTEGRITY TOUR A CARRARA PER LA TAPPA APUANA

Questa mattina, presso la sala consigliare del Comune di Carrara si è svolto il workshop Integrity Tour.

All'incontro mattutino hanno partecipato i dirigenti, i giocatori della prima squadra e lo staff tecnico con mister Remondina, che hanno seguito con interesse ed attenzione le parole di Marcello Presilla, Integrity Manager SportRadar, ed Emanule Paolucci, Integrity Officer Lega Pro.

I relatori hanno sottolineato l'importanza dell'informazione nella lotta alle frodi sportive ed esposto le sanzioni sportive e penali. Nel pomeriggio il workshop è proseguito ed ha coinvolto i ragazzi del settore giovanile azzurro con i rispettivi tecnici. 

integrity carrara

 

integrity carrara1

Fonte: Carrarese Calcio

 


 

L'INTEGRITY TOUR VOLA IN SARDEGNA

integrity-2Dopo la Toscana, l'Integrity Tour della Lega Pro vola in Sardegna.

Dalla società Renate al Pro Patria, dal Poggibonsi al Tuttocuoio, gli workshop di informazione e formazione si spostano a Sassari per incontrare la dirigenza, lo staff tecnico, la prima squadra e il settore giovanile della SEF Torres 1903.

L'incontro si terrà domani, venerdì 28 febbraio, presso la Sala Conferenze del Comando dei Vigili Urbani di Sassari, via Carlo Felice 10, a partire dalle ore 11.

"La lotta alle frodi nelle scommesse sportive è una scelta prioritaria per la nostra Lega - dichiara Francesco Ghirelli, direttore della Lega Pro e responsabile Integrity - E la novità in questo percorso è rappresentata dall'Istituto di Credito Sportivo che ha deciso di scendere in campo insieme a noi con una partnership alla quale crediamo moltissimo. Con l'Istituto di Credito Sportivo abbiamo chiuso una convenzione che riguarda cento milioni di euro per l'abbattimento degli interessi legati all'impiantistica sportiva e trenta milioni di euro per quanto riguarda gli stadi senza barriere. Continueremo questa attività di formazione-informazione con i nostri club con altri incontri sul territorio dove hanno sede le società"

Parteciperanno all'incontro Francesco Ghirelli, Direttore Generale e Responsabile Integrity Lega Pro, Enzo Nucifora, Direttore Sportivo SEF Torres, Paolo D'Alessio, Commissario Straordinario ICS, Marcello Presilla, Integrity Manager Sportradar, Emanule Paolucci e Vittorio Angelaccio, Integrity Officers Lega Pro, e le Istituzioni locali.

Firenze, 27 febbraio 2014

 


 

PROSEGUE L'INTEGRITY TOUR: PROSSIME TAPPE POGGIBONSI E TUTTOCUOIO

Nuova settimana, nuove tappe dell'Integrity tour della Lega Pro.

Dopo i confronti sul territorio con Pro Patria e Renate, martedì 25 febbraio sarà la volta del Poggibonsi e il giorno dopo del Tuttocuoio.

"La lotta alle frodi nelle scommesse sportive è una scelta prioritaria per la nostra Lega - dichiara Francesco Ghirelli, direttore della Lega Pro e responsabile Integrity - siamo scesi in campo con strumenti concreti come il Codice etico delle società, dei dirigenti e dei tesserati di Lega Pro ed anche con la Partnership con Sportradar, società leader a livello mondiale specializzata in particolare nei servizi anti-frode e di integrità dei dati relativi alle scommesse sportive. Continueremo questa attività di formazione-informazione con i nostri club con altri incontri sul territorio dove hanno sede le società".

integrity-2

 

Firenze, 23 febbraio 2013


 

L'INTEGRITY TOUR FA TAPPA A RENATE

integrity renateMercoledì 19 Febbraio 2014, l'Integrity Tour della Lega Pro ha fatto tappa a Renate.

Si tratta di una giornata dedicata alla lotta alle scommesse sportive clandestine, a conoscere più da vicino il fenomeno del match-fixing che comprende qualsiasi azione atta a modificare in maniera fraudolenta e per scopi illegali l'andamento di un incontro sportivo ed alla prevenzione di tali problematiche.

Nel corso della mattinata, presso il Centro Sportivo di Triuggio, l'Integrity Officer della Lega Pro Emanuele Paolucci e l'Integrity Director di Sportradar per l'Italia Marcello Presilla, hanno incontrato i calciatori della Prima Squadra e lo Staff Tecnico nerazzurro. Una piacevole ed interessante lezione formativa che è stata poi riproposta nel pomeriggio presso la sala conferenze della sede sociale di Renate con tutte le giovani pantere della Berretti e degli Allievi Nazionali e Regionali insieme a mister e dirigenti di ogni categoria.

Al workshop hanno anche partecipato in qualità di Integrity Partner il Dott. Silvestri e la Dott.ssa Rosa del Credito Sportivo Italiano, istituto specializzato nel concedere finanziamenti connessi al settore dello sport e della cultura.

"E' stato un importante incontro che ha permesso ai calciatori della Prima Squadra di conoscere il fenomeno del match-fixing e di comprendere in maniera dettagliata tutte le sanzioni a cui possono incorrere in caso di scommesse. Per il Settore Giovanile invece, ai ragazzi è stato spiegato come il diventare calciatore professionista non passa solo dalla crescita tecnica e fisica ma anche da quella mentale. La lealtà e l'onesta sono valori imprescindibili nel calcio ma soprattutto nella vita" spiega il Referente Integrity dell'A.C. Renate Davide Guglielmetti.

 

Fonte: A.C. Renate - 19 febbraio 2014

 


LEGA PRO & INTEGRITY TOUR: NUOVI INCONTRI CON I CLUB

La lotta alle frodi sportive non conosce stop.

Dopo l'Integrity con gli arbitri di Lega Pro e la Can Pro, nel corso della riunione di lunedì con i club, domani si parte con un nuovo tour.

"L'Integrity Tour, che si caratterizza per gli incontri con i club sul territorio - dichiara Francesco Ghirelli, Direttore Lega Pro e Responsabile Integrity - riparte domani col Renate, prosegue poi il 20 con la Pro Patria e la prossima settimana con altre società per arrivare ad incontrare tutti i club".

 

integrity-2

 

Firenze, 18 febbraio 2014

 


 

LOTTA ALLE FRODI SPORTIVE: IL BILANCIO DELLA LEGA PRO

integrity-1L'Integrity Tour della Lega Pro, in partnership con il Credito Sportivo, ha chiuso la seconda stagione di formazione- informazione sul territorio, incontrando i club.

E' tempo di bilanci.

"In 24 mesi l'Integrity Office - spiega Francesco Ghirelli, Direttore generale della Lega Pro - ha percorso quasi 30.000 km, organizzato incontri con 60 club, con i dirigenti e i calciatori e formato oltre 4.500 giovani calciatori. Il bilancio è positivo, anche se ancora il cammino da intraprendere è lungo. L'anno si chiude con la tappa a Ginevra con la presenza della Lega Pro all'ONU. E' stato un confronto a livello mondiale sulle attività di contrasto alle frodi sportive e ha visto il riconoscimento del modello Lega Pro. Il 2014 ci vedrà di nuovo impegnati con i club con incontri sul territorio".

 

Firenze, 1 gennaio 2014

 



INTEGRITY TOUR LEGA PRO: 58 CLUB INCONTRATI, 21.000 KM PERCORSI E 4.000 GIOVANI FORMATI

integrity-2L'integrity tour della Lega Pro, in partnership con il Credito Sportivo, fa tappa in Toscana e fa il primo bilancio. Dopo aver fatto il nord Italia, la settimana scorsa, domani e' la volta di Prato e mercoledì di Pontedera.

In totale in due anni di tour, l'Integrity office composto da Vittorio Angelaccio ed Emanuele Paolucci ha fatto 21.000 chilometri, organizzato incontri di formazione e informazione con 58 club e formato oltre 4.000 giovani calciatori.

" Il bilancio e' positivo- dichiara Francesco Ghirelli, direttore della Lega Pro e responsabile Integrity- i giocatori, i dirigenti e i settori giovanili sono disponibili al confronto. Emerge la consapevolezza di combattere il match-fixing con noi e le autorita' preposte".

Firenze, 2 dicembre 2013

 


LEGA PRO INTEGRITY TOUR: VISITA AL BRA

Mercoledì 27 novembre, l'Integrity Tour 2013-2014, il percorso di formazione e prevenzione nella lotta alle frodi sportive portato avanti dalla Lega Pro (percorso a tappe di prevenzione e formazione, articolato in workshop, che coinvolge giocatori, dirigenti, settori giovanili, arbitri e anche scuole. Il Credito sportivo, intanto, sceglie di stare al fianco della Lega Pro come "Integrity Partner", dopo aver sostenuto il progetto "Stadi senza barriere") ha fatto visita visita alla società giallorossa.

integrity bra

Relatori: Emanuele Paolucci (Integrity manager della Lega Pro), Marcello Presilla (international manager di Sportradar, agenzia leader nel monitoraggio dei dati e delle partite) e Marco Maria Silvestri (coordinatore supporto commerciale e marketing dell´Istituto per il Credito Sportivo).

In tarda mattinata, appuntamento con staff tecnico e giocatori della Prima squadra nella sala conferenze degli impianti sportivi di Caramagna Piemonte.  Nel pomeriggio, appuntamento nell'auditorium "Arpino" di Bra (sala piccola) con il Settore giovanile. Presenti le squadre Berretti, Allievi e Giovanissimi nazionali, Allievi 1998 e Giovanissimi 2000 con i rispettivi allenatori e dirigenti, per un totale di oltre 100 persone.

Si è parlato delle relazioni riguardanti gli aspetti del match fixing, le metodologie di approccio alle scommesse, dei flussi delle giocate, le normative da rispettare e le relative sanzioni, la casistica dei match fixing, episodi e situazioni potenzialmente a rischio e modalità di studio e di analisi della maggior parte dei campionati sportivi professionistici.

Ha partecipato agli incontri anche il delegato Integrity per la società braidese, Andrea Caffer.

Fonte: AC Bra, 27 novembre 2013

 


 

L'INTEGRITY TOUR A CUNEO

L'Integrity Tour a Cuneo. Fa tappa nel capoluogo della provincia Granda il percorso a tappe istituito dalla Lega Pro al fine di prevenire e formare i club, coinvolgendo giocatori, dirigenti, responsabili dei settori giovanili arbitri e istituti scolastici. Giunto al terzo anno, il progetto promosso dalla Lega Pro nel corso di questa stagione si muove sull'intero territorio nazionale in collaborazione con il Credito Sportivo, in qualità di Integrity Partner. La tappa cuneese del workshop itinerante che nei prossimi giorni toccherà anche le città di Bra e Alessandria, ha visto protagonisti Emanuele Paolucci, Integrity Officer della Lega Pro insieme a Vittorio Angelaccio, Marcello Presilla, International Manager di Sportradar, agenzia leader nel monitoraggio dei dati e delle partite, e Marco Maria Silvestri, Coordinatore Supporto Commerciale e Marketing dell'Istituto per il Credito Sportivo.

Nella cornice della sala conferenze del Lovera Palace in Cuneo, con la partecipazione della Prima Squadra biancorossa al gran completo, presenti in sala lo staff tecnico capitanato dal mister Andrea Sottil, il collettivo e la dirigenza nella sua totalità, sono state illustrate le tematiche più importanti nella lotta agli illeciti sportivi. Dopo la seduta mattutina, nel primo pomeriggio, è stata poi la volta di giocatori, staff e dirigenza del nutrito settore giovanile cuneese il quale, come del resto accaduto nella sessione precedente, ha partecipato in massa seguendo con attenzione gli argomenti del seminario.

integrity cuneo1 integrity cuneo

Emanuele Paolucci e Marcello Presilla, illustrano poi ciò che è tutt'ora il problema delle scommesse e del legame con il mondo dello sport in generale, del pallone nello specifico e della Lega Pro in particolare, dettagliando quelle che sono «le relazioni riguardanti gli aspetti del match fixing, le metodologie di approccio alle scommesse, dei flussi delle giocate, le normative da rispettare e le relative sanzioni, la casistica dei match fixing, episodi e situazioni potenzialmente a rischio e modalità di studio e di analisi della maggior parte dei campionati sportivi professionistici», evidenziando la continua e laboriosa opera della Lega nel monitorare la situazione e, al contempo, vigilare sulla regolarità dei campionati.

«L'incontro si è rivelato particolarmente interessante e ci è servito per comprendere ancor meglio i reali pericoli in cui possiamo incorrere se avvicinati dalle bande criminali che gestiscono il mondo delle scommesse illecite - spiega il capitano del Cuneo, Marco Cristini - Inoltre grazie alla concreta disponibilità dei professionisti incontrati e della Lega Pro che ci supporta e ci accompagna, siamo nella condizione di sapere come muoverci e cosa fare nel caso in cui ci trovassimo nella spiacevole situazione di dover denunciare un tentativo d'illecito».

Fonte: Cuneo Calcio, 26 novembre 2013

 


INTEGRITY TOUR: LOTTA ALLE FRODI SPORTIVE… PARLANO I CALCIATORI

integrity-2Si è chiuso oggi il primo workshop itinerante dell'Integrity Tour 2013-2014: protagonista il Veneto con i 3 club di Lega Pro Vicenza, Real Vicenza e Vecomp Verona. Un percorso a tappe di prevenzione e formazione che coinvolge giocatori, dirigenti, responsabili dei settori giovanili, arbitri e anche le scuole. Il Tour, promosso dalla Lega Pro e arrivato al suo 3° anno, da questa stagione sportiva si muove sul territorio in collaborazione con il Credito Sportivo, in qualità di Integrity Partner.

"Credito Sportivo e Lega lavorano già da anni insieme con finanziamenti mirati al settore dell'impiantistica e degli stadi sostenibili – afferma Alessandro Bolis, Coordinatore Marketing del Credito Sportivo - E la novità di questo anno è che abbiamo deciso di abbracciare anche il progetto dell'Integrity Tour perché lo riteniamo fondamentale per promuovere e sostenere l'etica nello sport."

Le lezioni in aula sono state tenute da Emanuele Paolucci e Vittorio Angelaccio, Integrity Officer Lega Pro, e da Marcello Presilla, International Manager Sportradar, agenzia leader nel monitoraggio dei dati e delle partite.

"Le relazioni riguardanti gli aspetti del match fixing, delle metodologie di approccio alle scommesse, dei flussi delle giocate, delle normative da rispettare e delle relative sanzioni – dichiara Mario Rebecchi, capitano Real Vicenza - sono state spiegate in modo chiaro ed esaustivo e hanno catturato l'attenzione e l'interesse di tutta la squadra".

"L'incontro di formazione serve a noi calciatori per capire i reali pericoli in cui possiamo incorrere se avvicinati dalle bande criminali che gestiscono il mondo delle scommesse illecite – continua Massimo Lechthaler, centrocampista Vecomp Verona – Inoltre grazie al materiale fornito, Codice Etico e vademecum su sanzioni penali e sportive, abbiamo gli strumenti e le conoscenze sulle corrette modalità di denuncia".

Verona, 15 novembre 2013


 

A VICENZA TAPPA INTEGRITY CON GHIRELLI E TOMMASI

La “Prima Tappa dell’Integrity Tour 2013-2014” parte il 12 novembre dalle ore 14.00 con il Vicenza Calcio presso la Sala Conferenze del Centro Tecnico di Isola Vicentina, Piazza Romeo Menti – Località Castelnovo, Isola Vicentina (VI).

Dopo il confronto mondiale, che si è tenuto lo scorso 6 novembre a Ginevra, presso il Palazzo dell'ONU, organizzato dalle Missioni Permanenti dell'Italia e del Qatar, insieme all'International Centre for Sport Security, che ha contribuito ad elevare l’attenzione a livello internazionale sulla problematica del match fixing, la Lega riparte col suo Integrity Tour da Vicenza.

Parteciperanno Francesco Ghirelli, Direttore generale Lega Pro e Damiano Tommasi, Presidente AIC e  Alessandro Bolis, coordinatore Marketing Servizio Commerciale di Ics.

Firenze, 11 novembre 2013

atp 0459


atp 0460


atp 0462



LA LEGA PRO INCONTRA I CLUB PER UN PUNTO SULLA LOTTA ALLE FRODI SPORTIVE

integrity-1La Lega Pro, attiva nella lotta alle frodi sportive, incontra i 69 referenti Integrity dei suoi club.

Alla Scuola di Polizia (Via Pier della Francesca, 3) a Roma, lunedì 28 ottobre è in programma dalle 14.30 l'incontro-confronto sulle tappe e il bilancio dell'attività di contrasto.

"L'incontro fa parte di un percorso che rientra nella formazione-informazione condiviso con i club - ha detto Francesco Ghirelli, Direttore della Lega Pro e responsabile Integrity - ed è anche un'occasione per confrontarsi sulle tipologie di attacco al calcio con l'utilizzo di mezzi come i social".

All'incontro interverranno Mario Macalli, Presidente Lega Pro, Roberto Fabbricini, Segretario Generale CONI, Antonello Valentini, Direttore Generale FIGC, Francesco Cirillo, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza - Direttore Centrale della Polizia Criminale e Presidente dell'Unità Informativa Scommesse Sportive – U.I.S.S. e Roberto Sgalla, Direttore della Scuola Superiore di Polizia e rappresentante del Comitato etico Lega Pro.

Firenze, 25 ottobre 2013

 


 

PREMIAZIONE INTEGRITY CERIMONIA CALENDARI 2013-14

pv-015


 


 

INTEGRITY TOUR 2014: WORKSHOP NEI RITIRI. I^ TAPPA GUBBIO

2013-2014 il percorso di formazione e prevenzione nella lotta alle frodi sportive portato avanti dalla Lega Pro riparte con le squadre nei ritiri.

 

Questa mattina a Gubbio, presso lo Stadio Barbetti, si è tenuta l'inaugurazione dell'Integrity Tour 2014: all'ordine del giorno i temi degli illeciti sportivi, del Codice Etico e il focus sulle sanzioni penali e sportive e l'apertura del progetto Integrity anche agli arbitri e agli ispettori di Lega Pro. Sono state, inoltre, presentate le attività promosse in collaborazione con le Forze dell'Ordine ed in particolare con UISS e GISS e con Sportradar, agenzia leader nella lotta al match-fixing e al monitoraggio dei dati. Protagoniste in aula Gubbio e Benevento e domani sarà il turno di Catanzaro e Castel Rigone, tutte in ritiro in Umbria.

"Iniziamo questa stagione di Integrity Tour forti di un risultato molto positivo che sottolinea l'importanza di questo progetto di formazione che in modo capillare portiamo "a domicilio" in tutte le nostre società - ha dichiarato Francesco Ghirelli, Direttore Generale della Lega Pro - nel 2012-2013, infatti, è diventato normale "smascherare" qualsiasi illecito da parte delle società e di tutti i suoi rappresentanti e questo perchè si è diffusa la consapevolezza che la strada giusta è quella della denuncia"

"I dati riportati al Simposio Sorbonne-ICSS a Parigi hanno sottolineato come le bande criminali hanno spostato l'attenzione prima dal campionato ai giovani e in questo ultimo anno sulle gare amichevoli precampionato - continua il DG Ghirelli - per questo abbiamo deciso di partire con i workshop di prevenzione proprio dai ritiri. Il nostro obiettivo è quello di difendere i valori e la cultura di legalità nello sport: il gioco illecito non può infatti espropriare il calcio dei suoi marchi, dei suoi loghi, delle sue squadre e delle sue risorse. Lavoreremo affinché proprio le risorse economiche legate a scommesse pulite e controllate tornino al calcio, perché le nostre società non possono farne a meno. Nel campionato 2013-2014 ci impegneremo nel capire come fare perchè il futuro è l'autofinanziamento. Se ci riusciremo avremo vinto un'ulteriore battaglia".

 

gubbio2

 

"L'iniziativa portata avanti dalla Lega Pro non è solo importante, ma fondamentale - ha spiegato il Gen. D. Luigi Curatoli, Direttore Servizio Analisi Criminale della Direzione Centrale Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Coordinatore del Gruppo Investigativo Scommesse Sportive, G.I.S.S. - l'Integrity Office, in sinergia con il Dipartimento della Pubblica Sicuzza, UISS e GISS, ha permesso di sensibilizzare i club e di ridurre le situazioni di alert, nessun codice rosso nella stagione scorsa nei campionati di Prima e Seconda Divisione. Il fenomeno insidioso delle scommesse può essere contrastato solo con un solido piano preventivo e repressivo e questo è possibile grazie ad una stretta collaborazione di tutte parti coinvolte".

All'incontro hanno partecipato Giuseppe Pannacci, Direttore Generale AS Gubbio 1910, Marcello Presilla, International Manager Sportradar, Emanuele Paolucci e Vittorio Angelaccio, Intergity Officer Lega Pro, Valerio Bertotto, Ct Italia Lega Pro, e il suo vice Massimiliano Moras.

Gubbio, 29 luglio 2013

 


 

AL VIA L'INTEGRITY TOUR 2013-2014: INCONTRI CON LE SQUADRE NEI RITIRI

integrity-2Una nuova stagione sportiva è appena iniziata e la Lega Pro riprende il suo percorso nella lotta alle frodi sportive al fianco delle società di Prima e Seconda Divisione.

 

Parte da Gubbio, infatti, lunedì 29 luglio, la prima tappa dell'Integrity Tour 2013-2014. Protagoniste "sul campo" Gubbio e Benevento nella prima giornata di incontri, mentre martedì 30 luglio sarà la volta di Catanzaro e della neopromossa Castel Rigone.
Un workshop di apertura direttamente nelle sedi dei ritiri dei club che saranno impegnati sul rettangolo di gioco nella preparazione precampionato e in aula nel progetto condotto dall'Integrity Office e da Sportradar e dedicato alla formazione e prevenzione degli atleti, dello staff tecnico e dirigenziale in materia di lotta alla contraffazione nelle scommesse sportive e ad ogni pratica illecita. All'ordine del giorno, anche, un particolare focus sulle sanzioni penali e sportive e sull'interazione della Lega Pro con le forze di contrasto.

"Abbiamo deciso di inaugurare l'Integrity Tour nei ritiri proprio per dimostrare come il lavoro capillare di lotta al match-fixing che portiamo avanti dal 2011 su tutto il territorio non va mai in vacanza – afferma Francesco Ghirelli, Direttore Generale della Lega Pro – Sappiamo bene che l'attenzione delle organizzazioni criminali si sta spostando sulle gare amichevoli, soprattutto di inizio stagione, e proprio per questo motivo, in sinergia con le Forze dell'Ordine ed in particolare con UISS e GISS, abbiamo deciso di partire prima dell'inizio del campionato. Questa innovazione, assieme al costante incremento del lavoro di controllo e monitoraggio di tutte le partite, fa di noi una Lega non immobile: se il crimine cambia volto, la Lega cambia i suoi modi per combatterlo "

Firenze, 26 luglio 2013


 

LEGA PRO-INTEGRITY TOUR: I NUMERI DELLA LOTTA ALLE FRODI SPORTIVE

Tappa a Lecce per l'Integrity Tour della Lega Pro. Si è tenuta oggi la presentazione del bilancio sull'attività di prevenzione, formazione e informazione contro gli illeciti sportivi.

Erano presenti Francesco Cirillo, Vice Direttore della Pubblica Sicurezza - Direttore Centrale della Polizia Criminale - Presidente dell'Unità Informativa Scommesse Sportive U.I.S.S., Antonio Rizzo, Vicepresidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, Direttore della Lega Pro, Paolo Perrone, Sindaco di Lecce, Adolfo Starace, Segretario US Lecce e le massime autorità cittadine.

lecce integrity1

"Il lavoro svolto si è sviluppato anche con la proficua sinergia con INTERPOL, FIFA, UEFA, UISS e GISS. In tre mesi di attività, l'Integrity tour, ha raggiunto 30 città e incontrato 30 club - ha dichiarato Antonio Rizzo, Vicepresidente della Lega Pro - con oltre 3700 persone tra giocatori, dirigenti, tecnici, arbitri della Can Pro, presidenti, settori giovanili e scuole".

"Siamo soddisfatti dell'attività svolta - ha dichiarato Francesco Ghirelli, direttore Lega Pro - anche se non dobbiamo fermarci e continuare con la stessa intensità e con la collaborazione dei club e delle Forze dell'Ordine".
"La Lega Pro negli ultimi 2 anni ha aumentato il lavoro sul territorio - continua Ghirelli - grazie anche al supporto dei suoi 69 club. Il non abbassare la guardia e l'azione di contrasto, ha portato ad oggi, a 1200 gare di Lega Pro monitorate da Sportradar e ad una sola segnalazione di anomalia".

lecce integrity6

Il prefetto Cirillo ha ribadito la collaborazione fattiva con la Lega Pro: "Siamo sulla buona strada, che è quella che fu imboccata dal Prefetto Manganelli. Insieme si raggiungono risultati importanti e dobbiamo continuare con la stessa determinazione e soprattutto puntare sulla prevenzione piuttosto che sulla repressione".

Lecce, 9 maggio 2013

 


 

L'INTEGRITY TOUR FA TAPPA DAI BLUCELESTI DELL'ALBINOLEFFE

albinoleffe-sSi è svolta oggi la tappa bluceleste dell'Integrity Tour, iniziativa di formazione e sensibilizzazione sul tema delle scommesse promossa dalla Lega Pro, in collaborazione con Sportradar, e organizzata presso il Centro Sportivo di Zanica per l'UC Albinoleffe.

Il primo workshop, guidato da Francesco Ghirelli, Direttore Generale della Lega Pro, si è svolto con i giocatori della Prima Squadra e lo Staff Tecnico, che hanno partecipato con interesse e attenzione all'esposizione e alla proiezione dei video. A ruota sono seguiti gli incontri con le squadre Berretti, Allievi e Giovanissimi che hanno riempito l'aula didattica per seguire l'incontro con i rispettivi dirigenti ed allenatori.

Fonte: U.C. Albinoleffe, 3 Maggio 2013


 

INTEGRITY TOUR 2013 FA TAPPA A BOLZANO

La prima squadra e 80 calciatori del nostro settore giovanile hanno approfondito con grande interesse temi di attualità e di assoluta importanza come la lotta alle frodi e agli illeciti sportivi nel mondo del calcio. Una lotta che passa attraverso un’assunzione di responsabilità da parte di tutti coloro che operano in ambito sportivo.

Quanto il crimine legato alle frodi sportive si organizza e diventa più aggressivo, tanto la Lega Pro intensifica la lotta ed è sempre più presente a fianco delle 69 società di Prima e Seconda Divisione. Nei giorni scorsi l’Integrity Tour 2013 ha fatto tappa a Bolzano, in casa FC Südtirol: all’ordine del giorno i temi degli illeciti sportivi, del codice etico e le attività promosse in collaborazione con Sportradar, agenzia leader nel monitoraggio di dati sulle commesse sportive e nei servizi antifrode.

Emanuele Paolucci, uno dei responsabili dell’Integrity Office, e Marcello Presilla, responsabile di Sportadar, hanno incontrato anzitutto i calciatori della prima squadra al centro di allenamento di Maso Ronco e poi – presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Commerciale Heinrich Kunter a Bolzano - un’ottantina circa di giovani atleti del vivaio biancorosso, fra cui i giocatori che compongono le formazioni Berretti e Allievi Nazionali dell’FC Südtirol.

“Lo scopo dell’“Integrity Tour 2013” è quello di formare i club contro le frodi e gli illeciti commessi in ambito sportivo, promuovendo l’integrità come valore etico alla base dello sport e creando una sorta di “reticolo virtuoso di legalità” tra le società sportive - hanno spiegato Paolucci e Presilla -. Grazie a queste azioni capillari sul territorio abbiamo ridotto nella stagione scorsa le segnalazioni di gare sospette del 65 per cento e, nel campionato in corso, non si è avuta nessuna segnalazione di anomalie”. I due relatori hanno saputo catturare l’attenzione dei calciatori biancorossi, spiegando loro le tante maniere in cui le bande criminali legate al calcio scommesse si avvicinano ai calciatori e alle società per cercare ci corromperli. Paolucci e Presilla hanno anche evidentemente sottolineato l’importanza e il dovere da parte di ogni tesserato di denunciare ogni comportamento anomalo che possa mettere a rischio l’integrità sportiva e la legalità.

 

int-ng2

Fonte: FC Sudtirol


CONTINUA L'INTEGRITY TOUR

integrity-1Prevenzione, formazione ed informazione: sono i tre elementi del lavoro che la Lega Pro, con la collaborazione dei suoi 69 club, porta avanti nella lotta alle frodi sportive.

L’Integrity tour 2013, la formazione sul territorio, è partito a metà febbraio da Trapani ed ha fatto oltre 30 tappe di incontro con i club per un totale di  oltre 50mila i chilometri fatti per incontrare  le oltre 3000 persone tra giocatori, dirigenti, tecnici e studenti che hanno partecipato ai confronti.

Oggi si tiene l’incontro-confronto con il Suedtirol, domani 3 maggio con l’AlbinoLeffe, mentre martedì 7 maggio sarà la volta della società Vigor Lamezia e il 9 del Lecce.

“La  nostra attività di prevenzione- dichiara Francesco Ghirelli, direttore della Lega Pro e responsabile Integrity- oltre a ricevere il plauso della UEFA, è considerata un modello di  best practice anche dall'Epfl, che ha 30 leghe europee associate. E’ giusto riconoscere il ruolo e la collaborazione fattiva di tutti i club, che da anni, sono impegnati con noi nelle azioni di contrasto agli illeciti sportivi così come è proficua la sinergia con UISS (Unita' informativa Scommesse sportive) GISS, INTERPOL, FIFA e UEFA".


LA LEGA PRO, I SUOI CLUB E LA LOTTA ALLE FRODI SPORTIVE

ZERO SEGNALAZIONI SU 1100 GARE MONITORATE

"La Lega Pro non fa un buon lavoro, nemmeno ottimo, ma spettacolare sul fronte della lotta alle frodi sportive. E' un esempio da seguire anche a livello internazionale, ed e' prima anche nell'aver creato la figura dell'Integrity Officer in ogni club".

A dirlo e' stato Graham Peaker, Direttore Integrity UEFA, nell'ambito della conferenza stampa a Cremona sul bilancio in relazione alle azioni di contrasto agli illeciti sportivi.

"Non si sono registrate segnalazioni di partite sospette su 1100 gare, dall'inizio del campionato di Lega Pro dallo scorso 2 settembre - ha dichiarato Francesco Ghirelli, Direttore della Lega Pro e Responsabile Integrity Office - mentre nel 2011-2012 era emersa una diminuzione del 65 per cento".
La tappa del bilancio e' stata Cremona.
"Stiamo lavorando, in particolare, sulla formazione dei giovani - continua Ghirelli - fornendo loro e ai loro dirigenti le conoscenze e gli elementi per combattere gli illeciti. Il campionato tra un mese finisce e ad oggi si denota anche una notevole presa di coscienza dei calciatori. Questo ha portato al fatto che ogni situazione sospetta viene denunciata".

cremonese legapro convegno

Andreas Krannich, Integrity Sportradar, ha evidenziato che: "La Lega Pro e' l'unica Lega che ha intrapreso con i suoi club un'azione concreta e tangibile di contrasto del fenomeno delle frodi sportive. E' considerata un modello di best practice anche dall'Epfl, che ha 30 leghe europee associate".

L'Integrity tour 2013 e' partito da Trapani lo scorso 14 febbraio ed ha incontrato sul territorio in 60 giorni gia' 25 club.
"Da anni siamo impegnati in prima linea nella lotta agli illeciti sportivi - dichiara Mario Macalli, Presidente della Lega Pro - e lo facciamo non solo monitorando tutte le gare di Lega Pro, ma anche con la sinergia con UISS (Unita' informativa Scommesse sportive) GISS, INTERPOL, FIFA e UEFA". Numeri alla mano: tutti i 69 club di Lega Pro hanno un referente integrity e sono attivi nel contrasto alle frodi. Sono stati oltre 40mila i chilometri fatti per incontrare i club, formarli ed informarli e quasi 2000 i giocatori, dirigenti, tecnici, scuole che hanno partecipato ai confronti.

cremonese legapro plateaconvegno

Cremona, 18 aprile 2013


INTEGRITY TOUR A MONZA

L' Integrity Tour della Lega Pro, corso di formazione promosso per la prevenzione a la lotta agli illeciti sportivi, ha fatto tappa a Monza, 23° società toccata dall'importante iniziativa.

Il Dott. Emanuele Paolucci, Integrity Manager, supportato dal Dott. Marcello Presilla di Sportradar, società che affianca la Lega Pro nella sensibilizzazione di atleti e tesserati sullo scottante problema delle scommesse, introdotti dal Referente Integrity biancorosso Marco Ravasi, hanno relazionato in mattinata la prima squadra e lo staff tecnico dell' A.C. Monza Brianza, per poi nel pomeriggio intrattenere i ragazzi del vivaio delle categorie Berretti, Allievi e Giovanissimi.

Tutti i presenti hanno seguito con attenzione gli argomenti dei relatori, che hanno sottolineato l'importanza del fenomeno del Match Fixing a livello mondiale e come in Italia, soprattutto la Lega PRO, lo stia combattendo con ottimi risultati, sia sotto il punto di vista numerico delle segnalazioni sospette, sia da quello dell'educazione etica verso tutti i tesserati.

Il sistema di Fraud Detection System perfezionato da Sportradar punta soprattutto il dito su quanto viaggia nel web e la non trascurabile pericolosità dei social network per atleti e tesserati, dove dei banali approcci possono nascondere attività criminose organizzate. Tutto quello che si può rischiare è stato rammentato consegnando ai giocatori il Codice Etico e quali Sanzioni Sportive e Penali possono arrivare in caso di presunti illeciti a anche semplici omesse denunce.

monza integrity

Fonte: Monza, 16 Aprile 2013


INTEGRITY A REGGIO EMILIA

reggiana-sL'11 Aprile 2013 i responsabili Integrity (Emanuele Paolucci dell'ufficio Integrity della Lega Pro e Marcello Presilla, agente internazionale dell'agenzia specializzata Sportradar) hanno fatto tappa a Reggio Emilia nell’ambito del tour che sta toccando diverse città italiane e interessando tutte le squadre della Lega Pro, con l’obiettivo di sensibilizzare i tesserati sul tema della lotta alle frodi sportive.

L’incontro con la dirigenza, i tecnici e i giocatori della prima squadra di A.C. Reggiana 1919, è sato ospitato dalla sala conferenze dello stadio di Reggio Emilia Città del Tricolore.

 

integrity-reggio

 


 

INTEGRITY A FORLI': WORKSHOP

Mercoledì 10 aprile, presso la Sala Stampa dello Stadio "Tullo Morgagni" di Forlì, si è svolto l'Integrity Forlì Workshop, tappa forlivese dell'Integrity Tour, iniziativa voluta e promossa dalla Lega Pro tramite il proprio Integrity Office, in collaborazione con l'Agenzia Sportradar, a cui il Forlì FC ha aderito con entusiasmo.

Due i relatori, il dott. Emanuele Paolucci, dell'ufficio Integrity della Lega Pro, e Marcello Presilla, funzionario dell'Agenzia Sportradar, specializzata nel monitoraggio a livello mondiale nella lotta alle "Frodi Sportive" legate al mondo delle scommesse.

Lo scopo dell'incontro è promuovere la conoscenza dei Regolamenti Federali, in fatto di "Scommesse e Frodi Sportive", in particolar modo rivolta ai giovani calciatori, più vulnerabili ad eventuali situazioni a rischio.

Grande e positiva è stata la risposta che si è avuta fra gli atleti forlivesi partecipanti agli incontri, definiti molto interessanti ed istruttivi, nel corso dei quali sono state apprese numerose informazioni sulle norme in vigore e sui rischi derivanti da comportamenti poco virtuosi o superficiali.

La sensibilizzazione verso i principi di "ETICA" e "LEALTÀ", capisaldi del "FAIR PLAY", nello sport come nella vita quotidiana, sono sicuramente un momento educativo e di profonda crescita individuale, soprattutto fra i più giovani.

forli integrity

Fonte: Forlì, 10 Aprile 2013


L'INTEGRITY TOUR ARRIVA IN EMILIA ROMAGNA

integrity-2L'Integrity Tour arriva in Emilia Romagna.

Ieri, martedì 9 aprile, il corso di informazione e formazione promosso dalla Lega Pro sulla lotta alle frodi sportive ha fatto tappa a Rimini ed oggi si ferma a Forlì.
L'obiettivo portato avanti dall'Integrity Office, insieme a Sportradar, è quello di sensibilizzare i tesserati sul tema degli illeciti e delle combine, portando, a casa delle società, dati concreti e modalità sul come sia possibile combattere il fenomeno del calcio scommesse e delle partite pilotate.

Giovedì 11 Aprile sarà la Reggiana Calcio ad ospitare la terza tappa emiliana del Tour, dove, allo Stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia, Emanuele Paolucci - Integrity Officer - e Marcello Presilla - Integrity manager di Sportradar - incontreranno la dirigenza, i tecnici e i giocatori della società granata.
La sessione del mattino, come di consueto, è dedicata alla dirigenza, ai tecnici e ai componenti della prima squadra, mentre quella del pomeriggio ai ragazzi e allo staff delle squadre del settore giovanile.
Tra i temi illustrati anche il Codice Etico e le sanzioni, penali e sportive, alle quali tutti i tesserati possono andare incontro.

Firenze, 10 Aprile 2013


L'INTEGRITY TOUR A COMO

integrity-1Questa mattina nella sala stampa dello stadio Sinigaglia, i responsabili dell'ufficio Integrity della Lega Pro hanno fatto tappa a Como per un tour che sta toccando diverse città italiane e interessando tutte le squadre della Lega Pro.

Emanuele Paolucci dell'ufficio Integrity e Marcello Presilla di Sportradar, in stretta collaborazione con Francesco Ghirelli, stanno portando a casa delle società, dati concreti e modalità sul come è possibile combattere il fenomeno del calcio scommesse e delle partite pilotate.

Un lavoro molto arduo che però in Lega Pro sta dando risultati soddisfacenti sia sotto il punto di vista numerico delle segnalazioni sospette, sia da quello dell'educazione etica verso tutti i tesserati. Un esempio recente e lampante che spesso viene citato durante questo tour, è quello della denuncia da parte di alcuni giocatori del Como nei confronti di un personaggio che tramite internet aveva provato a sondare la disponibilità da parte dei lariani.

Inoltre sono state esposte tutte le sanzioni alle quali un tesserato va incontro anche nel caso di omessa denuncia.

Un incontro utile a far comprendere come spesso anche una frase banale su un social network o un approccio considerato cordiale e amichevole possa nascondere invece un'organizzazione articolata ed estesa.

Como 4 Aprile 2013


WORKSHOP "INTEGRITY TOUR" A FROSINONE

Si è tenuta oggi a Frosinone, presso lo stadio Casaleno, la prima tappa laziale dell'Integrity Tour organizzato dalla Lega Pro.

Emanuele Paolucci e Vittorio Angelaccio, Integrity Officer della Lega Pro, e Marcello Presilla di Sportradar hanno illustrato i principi generali del Workshop tra cui legalità e lealtà sportiva, etica e responsabilità sociale.

Tutta la rosa della prima squadra, lo staff tecnico, il settore giovanile (over 15) al completo hanno assistito alle interessanti spiegazioni fornite dai dirigenti di Lega e contribuito all'incontro ponendo domande e interloquendo con i presenti.

frosinone integrity

Frosinone, 26 Marzo 2013 - Fonte: Frosinone


MODELLO "INTEGRITY OFFICE": UN ESEMPIO DA SEGUIRE NEL MONDO

legapro-smallLa Lega Pro e il suo modello di lotta alle frodi sportive in una settimana e' stato presentato a Doha e a Berlino.

E' stato riconosciuto come un esempio da seguire nel mondo, in particolare e' seguito dalla Bundesliga, che insieme alla Federazione tedesca sta portando avanti un progetto simile, ma solo sulle squadre giovanili.

"La Lega Pro da tre anni - spiega Francesco Ghirelli, Direttore generale - ha intrapreso un percorso contro le frodi sportive. Lo portiamo avanti, non solo con il codice etico e con l'attivita' del Comitato etico, ma anche in sinergia con i nostri 69 club sul territorio con incontri di formazione e informazioni per combattere gli illeciti ad ogni figura del mondo del calcio: dagli arbitri, ai dirigenti, agli allenatori, ai giocatori, ai settori giovanili ed anche alle scuole".

La Lega Pro a Berlino era rappresentata da Vittorio Angelaccio, Integrity Officer.

Firenze, 24 Marzo 2013


LA LEGA PRO A BERLINO: "STAYING ON SIDE: HOW TO STOP MATCH-FIXING"

La Lega Pro sempre più internazionale: in 7 giorni da Lisbona a Doha a Berlino.

Giovedì 21 e venerdì 22 marzo la Lega Pro parteciperà al meeting "Staying on Side: How to Stop Match-Fixing", organizzato da Trasparency International, Bundesliga e EPFL.

Temi chiave dell'incontro saranno il mercato del betting in Europa e il match-fixing: in cosa consiste, come si devono organizzare le Leghe calcistiche per combatterlo e soprattutto l'importanza della prevenzione e della lotta alle frodi sportive.

Durante la sessione dei lavori saranno anche esposte le diverse azioni che le Leghe Calcistiche Europee (Germania, Regno Unito, Austria e Italia) stanno portando avanti in materia di prevenzione.

La Lega Pro presenzierà con Vittorio Angelaccio, Integrity Officer, che esporrà l'esperienza dell'Integrity Tour, attività di "porta a porta" in tutti i club di Lega finalizzata alla formazione, educazione e prevenzione dei giocatori e di tutti i tesserati. Numerosi gli interventi, fra cui, Emanuel Medeiros della EPFL, Juegen Paepke della DFL, Graham Peaker della UEFA, Robin Hodess di Trasparency International oltre che rappresentanti di FIFPro, EUROPOL e delle altre Leghe Calcistiche Europee.

Firenze, 19 Marzo 2013


I COMPLIMENTI DELLA UEFA ALLA LEGA PRO AL "SECURING SPORT 2013" IN QATAR

Si é tenuta la prima giornata a Doha in Qatar del convegno Securing Sport 2013 organizzato dall'ICSS.

Durante l'intensa giornata si é trattato il fenomeno del match fixing sotto differenti prospettive, inziando però con alcuni importanti interventi sul ruolo dello sport per eliminare le discrimazioni. Si é quindi passati ad analizzare l'evoluzione dei mezzi messi in campo dalla comunità internazionale per la salvaguardia del futuro.

quatar convegnoÉ stata importante l'analisi compiuta da John Abbot, di integrity in sport di INTERPOL, secondo il quale vi é una necessità di cooperazione sempre più stretta tra le federazioni, le istituzioni e le forze di contrasto per la lotta al match fixing. Nel contempo ha sottolineato l'attività di lotta a tale fenomeno fraudolento che si sta ponendo in atto in Italia. Ai lavori hanno partecipato membri di ICSS, INTERPOL, FIFA, UEFA, EPFL e delle forze di contrasto.

Per la Lega Pro partecipano ai lavori il direttore generale Francesco Ghirelli ed Emanuele Paolucci, integrity officer. Il DG Ghirelli evidenzia: "É stata l'occasione per scambiare valutazioni sull'importanza del lavoro svolto in Italia dalla magistratura a partire dall'inchiesta della Procura della Repubblica di Cremona, dalle forze di contrasto coordinate dall'UISS e dal GISS, e del lavoro di educazione, prevenzione e formazione dell'Integrity Tour. La novità di queste ultime settimane in Italia é che i calciatori (del Como, ma non solo) ora denunciano gli episodi. Nel passato i calciatori Farina e Pisacane furono un'eccezione. Oggi é un fatto normale segnalare e segnalare tutto delle azioni fraudolente di cui si viene investiti. C'é un cambio di clima che porta a costruire, finalmente, una barriera culturale di legalità con atti concreti. È il frutto di un duro lavoro, svolto da soggetti diversi, con l'obiettivo di sconfiggere le bande criminali".

Graham Peaker, direttore integrity dell'UEFA si é complimentato con l'operato della Lega Pro nella lotta al match fixing, impegnandosi a partecipare ad una delle prossime tappe dell'integrity tour del quale ha sottolineato la fondamentale importanza sotto il punto di vista della prevenzione e dell'educazione.

Doha, 18 Marzo 2013


L'INTEGRITY TOUR SI FERMA IN CAMPANIA

legapro-smallL'Integrity Tour della Lega Pro chiude oggi la sua tappa in Campania: dopo aver iniziato il suo viaggio un mese fa da Trapani, è arrivato questa settimana dai club di 1^ e 2^ Divisione/B Sorrento, Salernitana e Nocerina.

Come di consueto le giornate di formazione sono state divise in due workshop: al mattino si è tenuto il corso per le Prima Squadra di ogni club, mentre nel pomeriggio è stata la volta delle compagini giovanili, seguite dai rispettivi allenatori e dirigenti accompagnatori.

"L'attività sul territorio è una delle nostre priorità - spiega Francesco Ghirelli, direttore della Lega Pro - La Uefa ci ha comunicato che darà un supporto alla nostra attività di prevenzione sul territorio, promuovendola e proponendola in tutto il mondo. Le tematiche che proponiamo sul mercato internazionale del betting colpiscono il calcio, ma possono colpire tutti, per questo è importante insistere sulla formazione e sensibilizzazione dei club".

In calendario già fissati i prossimi incontri che vedranno protagoniste Barletta, Martina Franca, Frosinone, Aprilia e Latina.

Firenze, 14 Marzo 2013

 


I PRIMI NUMERI DELL'INTEGRITY TOUR

integrity-1

L'Integrity Tour 2013 della Lega Pro compie un mese.

Partito col Trapani Calcio il 14 Febbraio scorso, fa il trentesimo giorno il 14 Marzo con la Nocerina. Sono le tappe del percorso di formazione e informazione e di lotta alle frodi sportive che la Lega Pro ha creato con il suo Integrity Office formato da Vittorio Angelaccio ed Emanuele Paolucci, con la collaborazione di Sportradar con Marcello Presilla.

Le prossime tappe in programma sono domani col Sorrento, mercoledì 13 Marzo con la Salernitana e giovedì 14 Marzo con la Nocerina.

In totale, in 30 giorni, hanno partecipato all'incontro di formazione contro le frodi sportive oltre 800 persone: tra giocatori delle Prime Squadre, tecnici, giocatori del settore giovanile, dirigenti e scuole.
Firenze, 11 Marzo 2013


INTEGRITY TOUR: TAPPA TUTTA VENETA PER LA LOTTA AL FRAUDING

Si è conclusa oggi in Veneto un'altra significativa tappa dell'Integrity tour, che ha visto la partecipazione di tre società ben radicate nel territorio come Virtus Bassano, Venezia e Portogruaro.

Le tappe di formazione e informazioni della Lega Pro sulla lotta alle frodi sportive proseguono senza sosta poiché, per sconfiggere la piaga sociale degli illeciti e delle combine, è inderogabile credere fortemente nei valori etici e avvicinare a questi tutti i dirigenti, lo staff tecnico e i calciatori professionisti e dei settori giovanili di ogni club.
integrity-2Grazie al Codice Etico, adottato da tutte le 69 società, la Lega Pro dimostra come sia importante avere un organico e un campionato che si muovano all'insegna dei "valori positivi del calcio" e come non sia permesso abbassare mai la guardia su queste tematiche.

"Abbiamo messo e continueremo a mettere in campo il nostro massimo impegno, pronti in ogni occasione ad attivare tutte le procedure che sono d'uso in riferimento a questi fatti se mai si ripresentassero – afferma Francesco Ghirelli, Direttore Generale e Responsabile Integrity Office Lega Pro – Grazie all'Integrity Office di Lega Pro, composto da Vittorio Angelaccio ed Emanuele Paolucci, e alla collaborazione con Sportradar, proseguiremo in modo serrato la strada intrapresa nel formare, monitorare e denunciare ogni forma di frauding".

Il Presidente Macalli ed i massimi responsabili della Lega Pro, valutato il lavoro svolto in questi tre anni, si sono dichiarati soddisfatti per il riconoscimento positivo ottenuto da tutte le società che hanno usufruito, fino ad oggi, del progetto Integrity tour e con forza riaffermano l'alto valore etico che deve contraddistinguere ogni atto ed ogni interprete del nostro calcio.

bassano integrity

Firenze, 7 Marzo 2013

 


INTEGRITY TOUR: TAPPA A FIRENZE PER I 69 CLUB DI LEGA PRO

integrity-2L'Integrity Tour fa tappa anche a Firenze.
Lunedì 4 Marzo, presso la sede della Lega Pro, si svolgerà un incontro con tutte le società di Prima e Seconda Divisione di Lega Pro.

Sarà l'occasione per presentare, a tutti i club, i corsi di formazione e informazione sulla lotta alle frodi nelle scommesse sportive che la Lega Pro sta portando avanti grazie all'Integrity Office e agli specialisti di Sportradar su tutto il territorio.

Si parlerà, inoltre, di prospettive e progetti futuri come quello degli stadi senza barriere e degli stadi sostenibili, della valorizzazione del territorio e del Supporter Card, della sicurezza negli impianti e della lotta al razzismo.

Al workshop interverranno, oltre ai vertici della Lega Pro, il Prefetto Francesco Cirillo (Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Direttore Centrale della Polizia Criminale e Presidente dell'Ufficio Informativo Scommesse Sportive - U.I.S.S.), il Generale B. Luigi Curatoli (Direttore Servizio Analisi Criminale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Coordinatore del Gruppo Investigativo Scommesse Sportive - G.I.S.S.), Pasquale Ciullo (Presidente dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive) e Roberto Massucci (Vice Presidente Operativo dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive).

Firenze, 1° Marzo 2013


LE PROSSIME TAPPE CONTRO LE FRODI SPORTIVE E IL RAZZISMO CON TUTTI I CLUB

legapro-smallLe tappe di formazione e informazioni della Lega Pro sulla lotta alle frodi sportive proseguono con gli incontri sul territorio con i club.
Dopo le tappe di Trapani, Pisa e Viareggio, domani 28 Febbraio, l'Integrity tour raggiunge Savona e venerdì 1 Marzo, la Virtus Entella a Chiavari.

Lunedì 4 Marzo, presso la sede della Lega Pro a Firenze, si terra' l'incontro con tutti i club.

Saranno esaminati vari temi: dallo stato della sicurezza degli stadi e prospettive future (Progetto Stadi senza barriere e Stadi Sostenibili), alla  valorizzazione del territorio e Supporter Card alle azioni di lotta alle frodi nelle scommesse sportive e lotta al razzismo.

Oltre ai vertici della Lega Pro, parteciperanno: il Prefetto Francesco Cirillo (Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Direttore Centrale della Polizia Criminale e Presidente dell’Ufficio Informativo Scommesse Sportive - U.I.S.S.), il Generale B. Luigi Curatoli (Direttore Servizio Analisi Criminale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Coordinatore del Gruppo Investigativo Scommesse Sportive - G.I.S.S.), Pasquale Ciullo (Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive), Armando Forgione (Vice Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive) e Roberto Massucci (Vice Presidente Operativo dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive).

Firenze, 27 Febbraio 2013


INTEGRITY TOUR: I GIOVANI DEL PISA E DEL VIAREGGIO IN PRIMA LINEA

integrity-2Dopo l'inaugurazione a Trapani della scorsa settimana, si conclude oggi, giovedì 21 Febbraio, a Viareggio la seconda tappa, tutta toscana, dell'Integrity Tour 2013, partita ieri da Pisa.

Alle due giornate di workshop di formazione hanno partecipato, come da programma, i dirigenti, lo staff tecnico ed i giocatori della prima squadra e del settore giovanile dei club nerazzurro e bianconero.

"Per comprendere la collaborazionee l'impegno dei nostri club nella lotta alle frodi sportive - ha detto Francesco Ghirelli, direttore generale e Responsabile Integrity Office della Lega Pro - basta partecipare a questi incontri e toccare con mano la determinazione ed il vivo interesse che animano la dirigenza dei nostri club e tutti gli atleti. Risulta evidente che le frodi sportive sono considerate una vera piaga sociale che non fa parte della mentalità del mondo Lega Pro".

Una risposta forte è arrivata proprio dai calciatori del settore giovanile che, con il loro entusiasmo, hanno confermato la validità del lavoro portato avanti dall'Integrity Office di Lega Pro, insieme a Sportradar, per responsabilizzare e formare i giovani giocatori che si affacciano al mondo del professionismo.

integrity-Viareggio

Viareggio, 21 Febbraio 2013


INTEGRITY TOUR: PROSSIME TAPPE PISA E VIAREGGIO

integrity-2Procedono le tappe di confronto ed incontro dell'Integrity Tour 2013 con le società di Lega Pro sul tema della lotta alle frodi sportive.

Dopo l'inaugurazione di giovedì scorso a Trapani, l'Integrity Office di Lega Pro, in collaborazione con gli analisti di Sportradar, si sposta a Pisa e Viareggio.

Domani, mercoledì 20 febbraio, ci sarà l'incontro con il club nerazzurro, che prevede 2 workshop di formazione: il primo per i dirigenti, lo staff tecnico e la prima squadra al mattino, il secondo per il settore giovanile al pomeriggio. Stesso programma previsto per giovedì 21, dove l'Integrity Tour si sposterà in casa bianconera.

"Siamo al secondo anno di questo progetto portato avanti con Sportradar e in accordo con Fifa, Uefa, Interpol e Uiss - ha dichiarato Francesco Ghirelli, direttore generale e responsabile Integrity Office della Lega Pro - e tutte le società incontrate hanno partecipato e collaborato al tour e alla nostra attività di formazione. Da ogni appuntamento è nato un fattivo confronto con i club su tematiche che colpiscono il calcio, ma che possono colpire tutti".

Firenze, 19 Febbraio 2013


FRANCESCO GHIRELLI A ITALPRESS: INTEGRITY OFFICE STRUMENTO PRINCIPE

ghirelliIn prima linea contro le combine e le frodi sportive: la Lega Pro combatte la sua battaglia con l'Integrity Tour, strumento principe nella prevenzione e formazione.

Queste le parole chiave rilasciate da Francesco Ghirelli, Direttore Generale e Responsabile Integrity Office della Lega Pro, a Italpress:

"Giovedì scorso è partito da Trapani l'Integrity Tour 2013, progetto giunto già al suo secondo anno e che vede la Lega al fianco delle sue 69 società. Abbiamo messo in piedi un sistema nella lotta alla contraffazione e alle scommesse in accordo con Fifa, Uefa, Interpol e Uiss, che si basa su due cardini. Il primo è l'accordo con Sportradar, per cui tutte le nostre partite quando entrano nel circuito delle scommesse sono monitorate e sappiamo quali sono i flussi di gioco e le eventuali anomalie. L'altro cardine e' l'Integrity Office, in contatto con Sportradar e le societa' e che rispondono direttamente a me, in una catena gerarchica che punta a garantire il massimo dell'efficienza. E' una grande iniziativa di formazione e prevenzione dedicata alla prima squadra e ai settori giovanili".

Fonte: Italpress, 18 Febbraio 2013


INTEGRITY TOUR: GRANDE INIZIO A TRAPANI

int-tra2Come il crimine legato alle frodi sportive si organizza e diventa più aggressivo, così la Lega Pro intensifica la lotta ed è sempre più presente a fianco delle 69 società di prima e seconda divisione. Questa mattina a Trapani, presso Palazzo Milo, si è tenuta la conferenza di inaugurazione dell'Integrity Tour 2013: all'ordine del giorno i temi degli illeciti sportivi, del Codice Etico e le attività promosse in collaborazione con Sportradar, agenzia leader nella lotta al frauding ed al monitoraggio dei dati.

"Conoscere il modo in cui le bande criminali si avvicinano alle società è fondamentale per combatterle con successo – ha esordito Francesco Ghirelli, Direttore Generale della Lega Pro e Responsabile Integrity Office – Grazie alla formazione capillare sul territorio abbiamo ridotto nella stagione scorsa le segnalazioni di gare sospette del 65 per cento e, nel campionato in corso, non si è avuta nessuna segnalazione di allert".

"Non dimentichiamo che la Lega Pro, insieme alla Bundesliga, è stata la prima lega professionistica in Europa a dotarsi di un ufficio istituzionale dedicato al monitoraggio, la formazione e prevenzione contro il frauding – ha aggiunto Ghirelli – Questo fa di noi una Lega all'avanguardia, il nostro lavoro non si limita solo ai giocatori, ma anche agli arbitri, ai dirigenti, ai calciatori dei settori giovanili".

"Sono contento che sia stata scelta Trapani come prima tappa dell'Integrity Tour – ha dichiarato il Prefetto Francesco Cirillo, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Direttore Centrale della Polizia Criminale e Presidente del UISS - per la città e per la società Trapani Calcio che la rappresenta a livello sportivo. Questi incontri sono fondamentali per provare a debellare il crimine: ritengo giusto che in questi ultimi anni il Ministero dell'Interno e il Dipartimento della Pubblica Sicurezza abbiano rafforzato il loro rapporto con il mondo calcistico. Forze di Polizia, società, addetti ai lavori e spettatori devono guardare lo sport insieme e uniti per vincere sui comportamenti scorretti".

Il programma ha previsto, inoltre, un workshop con l'Integrity Office, gli analisti di Sportradar e il Responsabile Integrity della società, Nicolò Villabuona, per la formazione degli atleti, dello staff tecnico e della dirigenza del Trapani Calcio.

"Sono orgoglioso che il Tour 2013 di Lega Pro sia partito con il Trapani Calcio – ha affermato il Comandante Vittorio Morace, Presidente del club granata – E' utile che tutti noi conosciamo le conseguenze e i rischi a cui potremmo andare incontro. Sosteniamo fortemente questo progetto per far crescere i nostri ragazzi".

Non è mancato il saluto che Maria Pia Stracca ha fatto pervenire: "Sono onorata che il nome di mio figlio, Roberto, possa essere associato ai progetti di una Lega che si dedica ai giovani, al territorio, al lato agonistico ma anche etico e umano dello sport".

All'iniziativa hanno partecipato Vito Damiano, Sindaco di Trapani, Luca Turchi del Monopolio di Stato, il Prefetto Marilisa Magno, il Questore Carmine Esposito, il Colonnello Fernando Nazzaro, Comandante Provinciale dei Carabinieri e il Colonello Pietro Calabrese, Comandante Provinciale Guardia di Finanza. Presente anche il Genarale Luigi Curatoli, Direttore Servizio Analisi Criminale del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Coordinatore del Gruppo Investigativo Scommesse Sportive - GISS.

Trapani, 14 febbraio 2013


CONTINUA LA LOTTA ALLE FRODI SPORTIVE: L'INTEGRITY TOUR RIPARTE DA TRAPANI

integrity-2La Lega Pro non si ferma e continua la lotta alle frodi sportive.

Scatta, infatti, tra pochi giorni, il prossimo 14 febbraio, a Trapani la prima tappa dell'Integrity Tour 2012-2013. Il progetto ha lo scopo di combattere gli illeciti sportivi grazie ad una capillare lotta al frauding su tutto il territorio.

Ripartono così gli incontri tra i club di Lega Pro e l'Integrity Office, che si dedica alla formazione e prevenzione dei dirigenti, dello staff, degli atleti della prima squadre e dei settori giovanili di tutti e 69 i club di Prima e Seconda Divisione.

"Durante gli incontri - spiega Francesco Ghirelli, direttore della Lega Pro - verrà affrontato il tema del Codice Etico, adottato dalle società per innalzare la barriere dei valori, e saranno illustrate le attività promosse dalla Lega Pro con Sportradar, società specializzata nei servizi antifrode e di integrità dei dati sulle scommesse sportive".

All'inaugurazione dell'Integrity Tour 2012-2013 interverranno Francesco Ghirelli, Direttore Generale Lega Pro e Responsabile Integrity Office Lega Pro, il Prefetto Francesco Cirillo, Vice Capo della Polizia di Stato e Direttore Centrale della Polizia Criminale, il Generale Luigi Curatoli, Direttore servizio analisi criminali del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Carmine Esposito, Questore di Trapani, Vittorio Morace, Presidente Trapani Calcio, Antonello Valentini, Direttore Generale FIGC.
Saranno inoltre presenti le Istituzioni locali, il coordinatore intelligence dell'UEFA, Graham Peaker ed i Monopoli di Stato.

Firenze, 8 febbraio 2013


DEFINITI REFERENTI CLUB ATTIVITA' LOTTA FRODI SPORTIVE

integrity-2Erano tutti presenti i 69 club di Lega Pro all'incontro formativo sulle attivita' di lotta alle frodi sportive, che ha avuto luogo alla Scuola Superiore di Polizia a Roma.

Si e' trattato del primo incontro per i referenti Integritydei club di Lega Pro. Il confronto ha avuto come tema base quello della lotta alle frodi nelle scommesse sportive e i relativi  rapporti fra Betting Companies e Monopoli di Stato. All’incontro sono intervenuti Mario Macalli, Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, Direttore Generale,  Francesco Cirillo, Vice Direttore generale Pubblica Sicurezza, Antonello Valentini, Direttore Generale della Figc, Luca Turchi, Direttore Ufficio Scommesse Sportive di AAMS, Ben Paterson Integrity Sportradar e gli Integrity Officers Lega Pro, Vittorio Angelaccio ed Emanuele Paolucci.

"L'incontro e' stata un'altra tappa tangibile e concreta di un percorso che la nostra Lega ha avviato oltre due anni fa - ha dichiarato Mario Macalli, Presidente della Lega Pro - e che vede un'azione capillare sul territorio di lotta alle frodi sportive, in sinergia con le Forze dell'Ordine, le autorita' sportive e di pubblica sicurezza e le nostre societa'".

La Lega Pro e' stata la prima Lega professionistica di calcio in Europa (assieme alla Bundesliga) a dotarsi di propria iniziativa di persone formate per le attivita' anti frodi sportive. Nella stagione 2011-2012 si e' registrata una diminuzione del 65 per cento di gare che hanno evidenziato alert  e tra pochi giorni ripartono le tappe sul territorio per gli incontri di formazione e informazione con i club di  Lega Pro.

Roma, 23 ottobre 2012

scuola di polizia 1

scuola di polizia 2

scuola di polizia 3

Foto: Scuola Superiore di Polizia di Roma


WORKSHOP INTEGRITY - PRESENTAZIONE INTEGRITY TOUR 2012-2013

integrity-1

La lotta alle frodi sportive condotta dalla Lega Pro continua con una nuova tappa: domani 23 Ottobre 2012 presso la Scuola Superiore di Polizia a Roma. Si terrà il primo workshop  per i referenti Integrity dei club di Lega Pro.

Il confronto ha come tema base quello della lotta alle frodi nelle scommesse sportive e i relativi rapporti fra Betting Companies  e Monopoli di Stato.

Verranno illustrate anche l’attività promosse dalla Lega Pro con Sportradar, società specializzata nei servizi antifrode e di integrità dei dati sulle scommesse sportive, con cui la Lega Pro opera da quasi due anni ed ha un accordo per monitorare tutte le gare di Lega Pro.


All’incontro interverranno i vertici di Lega Pro, Francesco Cirillo, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Antonello Valentini, Direttore Generale F.I.G.C., Luca Turchi, Direttore Ufficio Scommesse Sportive di AAMS, Lorenzo Caci per Integrity Sportradar e gli Integrity Officers Lega Pro.
La chiusura dei lavori è affidata a Mario Macalli, Presidente della Lega Pro.

Firenze, 22 ottobre 2012


LE ATTIVITA' DELLA LEGA PRO CONTRO LE FRODI SPORTIVE: ILLUSTRATE ALL'ASSEMBLEA DELLE LEGHE EUROPEE

pitroloLa Lega Pro e' stata invitata dall' EPFL, l'associazione delle leghe calcistiche europee, all'Assemblea Generale ad Istanbul. Ha partecipato con Archimede Pitrolo, vicepresidente della Lega Pro. Ampio spazio e' stato dedicato alle azioni che ha messo in campo la Lega del presidente Macalli contro le frodi sportive.

"Abbiamo portato in un altro ambito internazionale - spiega Pitrolo - il nostro modello di attivita' di lotta alle frodi, ma anche di prevenzione e di formazione in collaborazione con i nostri club. Siamo partiti dalla partnership con Sportradar, agenzia leader a livello mondiale nella lotta al frauding e nel monitoraggio dei dati, per arrivare ai convegni con FIFA, UEFA e INTERPOL, al codice etico e alla sua sottoscrizione al momento dell'iscrizione delle societa', fino alla nascita del Comitato etico. Anche per la prossima stagione continuera' l'attivita' di prevenzione, in particolare rivolta ai giovani".                    

La Lega Pro è stata, inoltre, la prima lega professionistica in Europa a dotarsi di un Integrity Office,  un ufficio interamente dedicato al monitoraggio e alla formazione in collaborazione con i club.

6 luglio 2012


 

int-11

 

int-3

 

int-1

 

int-4

 

int-12

 

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO
P.I. 03974420485 via Jacopo da Diacceto 19
50123 Firenze - Tel 055/323741 - Fax 055/367477
segreteria@lega-pro.com

 

 

 

 

 

 

  sponsor055    sponsor05