gir-agir-bgir-csupercoppacopitaberrettialbo

News sportive

RAPPRESENTATIVA LEGA PRO: NOVITA’ E NUOVE COMPETENZE

Novità azzurre. La Rappresentativa Lega Pro, nata nel 1960, compie nuove tappe con nuove competenze professionali.

Il Presidente Gabriele Gravina ringrazia i dottori Luigi Munari e Giovanni Vidoni che hanno assicurato nel corso degli anni passati un rapporto di qualità di rilievo a favore delle Rappresentative Nazionali della Lega Pro.

Ringrazia, altresì, il Team Manager Franco Cassi per la passione che ha messo nel suo lavoro.

L'avvicendamento che si è operato, si muove nell'ottica di innovare e di aprire nuovi percorsi con competenze professionali adeguate, capaci di far sì che sempre più si affermi la missione della Lega Pro come fucina dei giovani calciatori.

figcIn questa direzione, si muove la conferma di mister Daniele Arrigoni, alla guida degli azzurri di Lega Pro dall'agosto 2015, e dei tecnici Luigi Corino e Oriano Renzi.

Il Professor Giorgio Galanti, professore ordinario di Medicina Interna, Adjunct Professor Sports Medicine and Nutrition University of Pittsburg, Direttore della SODC di Medicina dello Sport e dell'Esercizio, specialista in Cardiologia, Medicina Interna e Medicina dello Sport e Scuola di specializzazione di Medicina dello Sport e dell'esercizio, si occuperà di curare la consulenza scientifica ed il coordinamento per gestire le problematiche relative ai giovani di categoria delle squadre Rappresentative di Lega Pro. Il professor Giorgio Galanti, al fine di realizzare compiutamente il progetto si avvarrà della collaborazione di medici da lui stesso selezionati.

"Siamo impegnati in un lavoro che vuol portare l'eccellenza nel calcio giovanile di Lega Pro- dichiara Gabriele Gravina, Presidente della Lega Pro- e quello che si compie oggi è sicuramente un passaggio importante. Sul terreno della certificazione della qualità del percorso di formazione di Lega Pro, nei prossimi giorni renderemo noti altri significativi momenti organizzativi. A tutti auguro un buon lavoro".

Sauro Badalassi è stato chiamato a svolgere le funzioni di Team Manager.

Sono tanti i giocatori che hanno vestito la maglia della Rappresentativa di Lega Pro e sono arrivati a calcare i campi di Serie A o quelli degli Europei...in ordine cronologico, l'ultimo è stato Lorenzo Insigne.

IN BREVE, STORIA E CT DELLA RAPPRESENTATIVA DI LEGA PRO

La storia della Rappresentativa di Lega Pro iniziò nell'anno dell'Olimpiade di Roma, il 22 maggio 1960: a Reggio Calabria, la "Nazionale" dell'ex Serie C sconfisse la Tunisia 4-0.

La conduzione tecnica di quel gruppo fu affidata al C.T. Giuseppe Galluzzi, che guidò la Rappresentativa fino al 1967. Dal 1967 al 1969 il Commissario Tecnico fu Paolo Todeschini.

Nella stagione successiva fu la volta di Azeglio Vicini.

Nel '70 a Vicini, che nel frattempo era passato nello staff di Valcareggi per il mondiale di Germania '74, successe Enzo Bearzot, che rimase Selezionatore della Rappresentativa per quattro anni. Nel '75-'76 il testimone passò a Sergio Brighenti.

La Rappresentativa di Lega Pro ha avuto un selezionatore per 15 stagioni consecutive: Guglielmo Giovannini, che la guidò dal '76 al '90.

Dal 1990 al 2001 fu Roberto Boninsegna a sedere sulla panchina dell'Italia Lega Pro, e successivamente venne nominato selezionatore Giorgio Veneri, dal 2001 al 2012, a cui seguì Valerio Bertotto fino al 2015.

Firenze, 29 giugno 2016


FINAL 4 BERRETTI LEGA PRO: CITTADELLA CAMPIONE D'ITALIA

50^ edizione Campionato Nazionale Dante Berretti 2015-2016: il Cittadella vince la finalissima.

La squadra di mister Giacomin si aggiudica lo scudetto di categoria vincendo per 2-1 sull'Arezzo. Ore 16.00, fischio d'inizio e via: le due pretendenti al titolo scendono in campo concentrate e ben organizzate al Salaria Sport Village di Roma. Le formazioni si affrontano a viso aperto con azioni veloci e di buon livello agonistico e tattico.

La prima occasione del match arriva subito al 2' minuto di gioco con Benucci dell'Arezzo in attacco che viene neutralizzato con sicurezza da Corasaniti. Al 6' ancora Arezzo nella metà campo avversaria che si rende pericoloso con il tiro di Iacuzio di poco a lato dello specchio della porta. Risponde il Cittadella con Xamin (11'), ma il tentativo del numero 4 termina alto sopra la traversa.

_aaaa

I ragazzi di mister Giacomin continuano a mettere in difficoltà l'Arezzo, costringendolo a chiudersi in difesa, fino a sbloccare il risultato con De Pieri al 21'. L'azione parte da Maniero, Garbinesi respinge, ma la sfera finisce tra i piedi di Fasolo che serve De Pieri che non sbaglia. I toscani cercano il pareggio con Rampelli di sinistro dalla distanza ma senza fortuna. Al 31' arriva la seconda rete del Cittadella: Pauselli trattiene Fasolo in area e per il direttore di gara non ci sono dubbi, ammonizione e calcio di rigore. Fasolo calcia dagli undici metri e sigla il raddoppio.

La ripresa si apre con l'Arezzo determinato a recuperare lo svantaggio: contropiede di Ngissah per Iacuzio al 3' st che impegna Corasaniti. Ngissah ancora in attacco, si libera in velocità e cerca la conclusione, di poco sull'esterno della rete. I ragazzi di mister Alessandria accorciano le distanze grazie a Iacuzio, che segna su colpo di testa servito da cross dalla destra di Minocci. Al 40' st D'Abbrunzo cerca il pareggio e per poco non sorprende il numero uno del Cittadella, che difende il risultato.

Le due squadre, dopo un bellissimo terzo tempo, sono state premiate dal Presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina: "Quella di oggi è stata una finalissima avvincente, che ha reso giustizia ad un campionato ricco di appeal e che mira a valorizzare lo sviluppo tecnico dei vivai dei club di Lega Pro. E' importante lavorare con i giovani e con il piacere di innovare. Per questo la Lega Pro sta seguendo una direzione ben delineata ed è impegnata in progetti concreti, affinchè insieme ai suoi club si caratterizzi sempre più come luogo di eccellenza per la formazione e la crescita dei giovani calciatori".

Lo scorso anno il trofeo giovanile Dante Berretti andò al Novara, che vinse sull'Aversa Normanna per 2-1.
La curiosità di questa 50^ edizione? Il Cittadella fa doppietta: il tricolore Berretti vinto dai giovani granata si aggiunge al traguardo raggiunto dalla prima squadra che, lo scorso 18 aprile, ha conquistato il primo posto in campionato nel girone A.

cittadella-festa

CITTADELLA-AREZZO 2-1 (2-0)

CITTADELLA (1-4-3-1-2): Corasaniti, Maniero, Rumleanschi, Volpato, Amato, Caccin, Xamin, Manente (27' st Adu Gyamfi), Stocco, De Pieri (18' st Minozzi), Fasolo. A disp.: Scomparin, Ansah, Selmin, Mendy, Stefani. All.: Giacomin.

AREZZO (1-3-4-1-2): Garbinesi, Bernardini, Bonfini (37' Galantini), Pauselli (10' st Arcaba), Minocci, D'Abbrunzo, Bozzi, Rampelli, Ngissah, Benucci (24' st Dai Pra), Iacuzio. A disp.: Maffetti, Testi, Zammuto, Brunetti, Magara, Galantini, Cusin, Romagnoli. All.: Alessandria

Reti: 21' De Pieri (C), 30' Fasolo – rig. (C), 12' st Iacuzio (A)
Recupero: 1' pt min. / 4' st min.
Arbitro: Paolini Edoardo - Asc
Assistenti: Squarcia Stefano – Rm1, Bianchini Luca – Ces
Angoli: 5-4
Ammoniti: 30' pt Pauselli (A), 45' pt Fasolo (C), 11' st Manente (C), 16' st Bernardini
Espulsi: -

Roma, 11 giugno 2016

PREMIAZIONE DEL CLUB CHE SARA' PROMOSSO IN SERIE B

COMUNICATO STAMPA

La Lega Pro, in accordo con le società Foggia e Pisa, per consentire a tutti i tifosi di "vivere" la promozione della propria squadra in serie B, ha disposto che la premiazione avverrà sul campo, al termine della partita, nel caso risultasse vincitrice la squadra del Foggia e se risultasse vincitrice la squadra del Pisa, la premiazione si terra' martedì 14 giugno pv alle ore 20.30 a Pisa.

Firenze, 11 giugno 2016

DESIGNAZIONE ARBITRALI FINALE BERRETTI 11 GIUGNO 16

fischietto  Designazione Arbitrale Finale Berretti 11 Giungo 16

 

FINAL FOUR BERRETTI: IN FINALE CITTADELLA E AREZZO

Final Four Berretti 50^ edizione: Cittadella e Arezzo si giocheranno lo scudetto di categoria sabato 11 giugno alle ore 16.00 al Salaria Sport Village di Roma.

Questo pomeriggio si sono disputate le due semifinali Cittadella-Cremonese (2-0) e Arezzo-Catania (2-0), che hanno permesso ai ragazzi di mister Giacomin e al club amaranto del tecnico Alessandria di conquistarsi il pass per l'accesso al match valido per il primo e il secondo posto.

Cittadella-Cremonese, terminata 2-0, racconta un primo tempo giocato su discreti livelli agonistici, ma con poche vere occasioni da gol. Da segnalare un paio di conclusioni di Ferrara (17') e di Spagnoli (26') entrambe imprecise. Meno di un giro di lancette nella ripresa e il Cittadella passa in vantaggio: De Pieri verticalizza per Stocco che controlla e con un destro incrociato batte Aiolfi. Al 55' Gremizzi stacca bene, ma di testa non inquadra la porta. La Cremonese si scuote e un minuto dopo ci prova con Ibe, gran botta da fuori e palla che si stampa sulla traversa. Al 70' ancora Gremizzi di testa, sfera sul fondo. All'87' il Cittadella resta in dieci (doppio giallo per Zonta) ma i ragazzi di mister Giacomin trovano con Fasolo la rete del raddoppio che significa finale.

Primo tempo equilibrato e avvincente per la seconda semifinale della giornata Arezzo-Catania, che si chiude a reti inviolate per merito dei portieri Garbinesi e Biondi che hanno impedito rispettivamente a Graziano (39') e Bernardini (36') di sbloccare il risultato. La ripresa si apre con l'Arezzo in attacco: tiro pericoloso di Bernardini che termina alto sopra la traversa. Il vantaggio amaranto arriva pochi minuti dopo (18' st) da calcio d'angolo su colpo di testa di Bonfini. Il Catania prova a reagire con Noce e Di Stefano ma senza successo. E' Galantini al 44' st, appena entrato al posto di Iacuzio, a segnare la rete della qualificazione per l'Arezzo con potente tiro centrale. La gara si chiude con un bellissimo gesto di fair play, che vede le due squadre protagoniste a centrocampo per il terzo tempo.

La finalissima sarà trasmessa in diretta streaming su Lega Pro Channel, www.sportube.tv/legapro .

CITTADELLA – CREMONESE 2-0 (0-0)

CITTADELLA (4-3-1-2): Corasanti, Zonta, Varnier, Rumleanschi, Amato; Manente, Xamin, Caccin, Stocco (40' st Selmin), De Pieri (26' st Minozzi), Fasolo (44' st Volpato). A disp.: Scomparin, Ansah, Adu, Mendy, Stefani. All.: Giacomim.

CREMONESE (3-4-3): Aiolfi, Bajic, Barbieri, Brero (1' st Gremizzi); Tura, Peri (35' st Galetti), Pandolfi, Spagnoli (10' st Bernardes), Ferrara, Ibe, Abed. A disp.: Cavalieri, Vedova, Nouaman, Mahjoubi. All.: Gatti.

Reti: 1' st Stocco, 43' st Fasolo
Recupero: 1' pt min. / 4' st min.
Arbitro: Ranaldi di Tivoli
Assistenti: Bernabei e Vettorel
Angoli: 2-3
Ammoniti: 37' pt Stocco, 17' st Varnier, 40' st Ferrara
Espulsioni: 42' st Zonta per doppia ammonizione

esultanza cittadella

AREZZO-CATANIA 2-0 (0-0)

AREZZO (3-4-1-2): Garbinesi, Kouadio, Bonfini, Bernardini, Minocci, D'Abbrunzo, Benucci, Rampelli, Ngissah, Borsi (12' st Dai Pra), Iacuzio (44' st Galantini). A disp.: Maffetti, Testi, Pauselli, Arcaba, Dai Pra, Brunetti, Zammuto, Galantini, Cusin, Magara, Romagnoli, All.: Alessandria.

CATANIA (4-3-1-2): Biondi, Biancola, Longo, Bonaccorsi, Dadone (16' st Noce), Schisciano, Di Grazia (42' Papaserio), Di Stefano, Rizzo (24' Fulvi), Napolitano, Graziano. A disp.: Spataro, Noce, Migliaccio, Papaserio, Biondi, Santoro, Fulvi, Asero. All.: Pulvirenti.

Reti: 18' st Bonfini, 44' st Galantini
Recupero: 1' pt min./ 5' st min.
Arbitro: Balice di Termoli
Assistenti: Diomaiuta e Benedettino
Angoli: 4-6
Ammoniti: 12' pt Kouadio
Espulsioni: -

esultanza arezzo

Roma, 9 giugno 2016

DESIGNAZIONI ARBITRALI FINALE PLAY OFF 12 GIUGNO 16 E FINAL4 BERRETTI

fischietto  Designazione Arbitrale Finale Play OFF Foggia-Pisa 12 Giungo 16   |   ORARI E STADI

fischietto  Designazioni Arbitrali Semifinali Berretti 9 Giungo 16

 

 

 

TROFEO DOSSENA: UNDER 19 LEGA PRO - ATALANTA 0 - 0

UNDER 19 LEGA PRO - ATALANTA 0 - 0

UNDER 19LEGA PRO: Guadagnin, Gambardella (19' st Diana), Forni, Greselin, Chelini (26' st Dammacco), Romagnoli, Straudi, Salciccia (39' st Tini), Sciancalepore (31' pt Capristo), Bragadin, Gentile (19' st Demetz). A disposizione: Spadi, Pizza. Allenatore: Arrigoni

ATALANTA: Turrin, Mora (36' Alborghetti), Migliorelli (1' st Zambataro), Bolis, Nikic, Gatti, Demba (14' st Castellano), Ranieri, Giussani (19' st Rota), Badje, Tomas (1' st Lavigna). A disposizione: Mazzini, Marchetti. Allenatore: Bonacina.

CARAVAGGIO (BG) - Grande equilibrio tra le due squadre che si giocano, al pari dell'Inter, il 2° posto del girone per le semifinali. L'Atalanta beneficia di un calcio di rigore, per un fallo di mano in area azzurra, ma Gatti dagli undici metri centra il palo e fallisce il penalty. L'Atalanta, però, non si demoralizza e spinge anzi sull'accelerartore: occasioni per Tomas, che fallisce un rigore in movimento, Giussani e Mora ma la Dea non passa.

Nella ripresa subito pericolosa l'Under 19 Lega Pro: Bragadin salta il portiere orobico Turrin, ma cade subito dopo: per l'arbitro non è rigore. Poi altre occasioni per l'Atalanta: ci provano Nikic di testa, Giussani, che spreca, e Ranieri, fermato dal piedone di Guadagnin. Bergamaschi sempre pericolosi, ma sempre sfortunati in zona-gol: occasionissima per Rota, la cui conclusione è salvata sulla linea. Opportunità anche per l'Under 19 Lega Pro con Dammacco, che sbaglia nel finale il match point. Seconda clamorosa palla-gol per gli Azzurri: gol-fantasma di Tini, con la palla che dopo aver colpito la traversa, rimbalza sulla riga ed esce.

CLASSIFICA FASE A GIRONI - A
JUVENTUS 7 
INTER 3 
ATALANTA 2 
UNDER 19 LEGA PRO 2 

9 giugno 2016 - Fonte: Trofeodossena.it


TROFEO DOSSENA: UNDER 19 LEGA PRO - JUVENTUS 1 - 2

UNDER 19 LEGA PRO - JUVENTUS 1 - 2

1' Morselli (J), 32' autorete Gambardella (J), 15' st Ravasio rig. (N)

NAZIONALE LEGA PRO: Spadi, Diana, Forni (1' st Bragadin), Greselin, Gambardella, Pizza, Gaudio (1' st Salciccia), Tini, Sciancalepore (26' st Dammacco), Ravasio (17' st Gentile), Demetz. A disposizione: Guadagnin, Romagnoli, Gentile, , Capristo, , Dammacco. Allenatore: Arrigoni

JUVENTUS: Consol, Vogliacco, Beruatto (10' st n.17), Moudoumbou (10' st Monteleone), Severin, Coccolo, Eleutieri (1' st Massaro), Tamba M'Pinda, Morselli (10' st Faiola), Bove (1' st Siani), Puntoriere (10' st Bresciani). A disposizione: Vitali, Muratore. Allenatore: Grosso

FIORENZUOLA (PC) - Il match inizia con 15 minuti di ritardo a causa delle forti precipitazioni riversatesi sul Nord Italia. Il campo è notevolmente appesantito, ma si gioca lo stesso.

Immediato vantaggio della Juventus: dopo un solo minuto di gioco, il pallone si ferma in una pozzanghera nei pressi del vertice dell'area; sulla sfera si avventa Morselli, che firma lo 0-1 con un pregevole pallonetto.

Per tutto il primo tempo si gioca con intensità e si lotta su ogni pallone e al 32' arriva il raddoppio, ancora di Morselli: la palla arriva al centro, ma è rallentata dall'acqua sul campo, il difensore azzurro pensa di poter intervenire, ma Morselli lo anticipa come un falco e induce Gambardella all'autorete.

In avvio di ripresa la Nazionale accorcia grazie al penalty trasformato da Ravasio e concesso per atterramento del subentrato Bragadin da parte del difensore bianconero Severin.

pallone2015-16 porta

8 giugno 2016 - Fonte: Trofeodossena.it

Pagina 1 di 140

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO
P.I. 03974420485 via Jacopo da Diacceto 19
50123 Firenze - Tel 055/323741 - Fax 055/367477
segreteria@lega-pro.com

 

 

 

 

 

 

  sponsor05