gir-agir-bgir-csupercoppacopitaberrettialbo

News istituzionali

LEGA PRO: CONSIGLIO DIRETTIVO DEL 1° LUGLIO 2015

Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, riunitosi oggi, evidenzia che le seguenti società aventi diritto hanno presentato la domanda di iscrizione al campionato di Lega Pro per la stagione sportiva 2015/2016:

1. S.S. Akragas Città dei Templi S.r.l.
2. U.S. Alessandria Calcio 1912 S.r.l.
3. Ancona 1905 S.r.l.
4. S.S. Fidelis Andria 1928 S.r.l.
5. U.S. Arezzo S.r.l.
6. Ascoli Picchio F.C. 1898 S.p.A.
7. Bassano Virtus 55 S.T. S.r.l.
8. Benevento Calcio S.p.A.
9. Brescia Calcio S.p.A.
10. Carrarese Calcio S.r.l.
11. Casertana F.C. S.r.l.
12. Catanzaro Calcio 2011 S.r.l.
13. A.S. Cittadella S.r.l.
14. Cosenza Calcio S.r.l.
15. U.S. Cremonese S.p.A.
16. A.C. Cuneo 1905 S.r.l.
17. Feralpisalò S.r.l.
18. Foggia Calcio S.r.l.
19. A.S. Giana S.r.l.
20. S.S. Ischia Isolaverde S.r.l.
21. S.S. Juve Stabia S.p.A.
22. L'Aquila Calcio 1927 S.r.l.
23. U.S. Lecce S.p.A.
24. Lucchese Libertas S.r.l.
25. A.C. Lumezzane S.p.A.
26. Lupa Castelli Romani S.r.l.
27. Lupa Roma F.C. S.r.l.
28. S.S. Maceratese S.r.l.
29. Mantova F.C. S.r.l.
30. A.S. Martina Franca 1947 S.r.l.
31. Matera Calcio S.r.l.
32. A.S. Melfi S.r.l.
33. Biancoscudati Padova S.p.A.
34. Paganese Calcio 1926 S.r.l.
35. A.C. Pavia S.r.l.
36. A.C. Pisa 1909 S.r.l.
37. Pistoiese 1921 S.r.l.
38. U.S. Città di Pontedera S.r.l.
39. A.C. Prato S.p.A.
40. Pro Piacenza 1919 S.r.l.
41. A.C. Reggiana 1919 S.p.A.
42. Reggina Calcio S.p.A.
43. A.C. Renate S.r.l.
44. A.C. Rimini 1912 S.r.l.
45. Santarcangelo Calcio S.r.l.
46. Savona 1907 F.B.C. S.r.l.
47. Robur Siena S.r.l.
48. Spal 2013 S.r.l.
49. Fussballclub Südtirol S.r.l.
50. S.E.F. Torres 1903 S.r.l.
51. Tuttocuoio 1957 San Miniato S.r.l.
52. A.S. Varese 1910 S.p.A.
53. F.B.C. Unione Venezia S.r.l.
54. Vigor Lamezia S.r.l.
55. Virtus Entella S.r.l.
56. Real Vicenza S.r.l. (documentazione incompleta)

Il Consiglio Direttivo segnala che le società sotto elencate non hanno presentato la domanda di iscrizione:
57. S.S. Barletta Calcio S.r.l.
58. U.S. Grosseto F.C. S.r.l.
59. A.C. Monza Brianza 1912 S.p.A.
60. F.C. Castiglione S.r.l.

Il Consiglio Direttivo segnala, altresì, che le società sotto elencate non hanno depositato la fideiussione bancaria a prima richiesta come previsto dal Sistema Licenze Nazionali di cui al C.U. n. 239/A del 27 aprile 2015 e dal C.U. n. 373/L dell'8 giugno 2015 della Lega Pro:
1. Benevento Calcio S.p.A.
2. S.S. Ischia Isolaverde S.r.l.
3. Lupa Castelli Romani S.r.l.
4. A.S. Martina Franca 1947 S.r.l.
5. Paganese Calcio 1926 S.r.l.
6. A.C. Pisa 1909 S.r.l.
7. Real Vicenza S.r.l.
8. Reggina Calcio S.p.A.
9. Savona F.B.C. S.r.l.
10. F.B.C. Unione Venezia S.r.l.
11. Vigor Lamezia S.r.l.
12. A.S. Varese 1910 S.p.A.

Le società non in regola possono presentare ricorso alla COVISOC, depositando la fidejussione entro il 14 luglio alle ore 19.

Il 17 luglio è in programma il Consiglio Federale, che tra i temi all'ordine del giorno, stabilirà gli organici dei campionati, tra i quali quello della Lega Pro.

legapro-small

Firenze, 1° luglio 2015

ASSEMBLEA DI LEGA PRO

Il bilancio 2013-1014 della Lega Pro non è stato approvato per la seconda volta dopo l'Assemblea del 15 dicembre scorso con 38 voti contrari, 23 favorevoli, 2 astenuti e 6 assenti.

Il dibattito è durato due ore e prima di procedere alla votazione, Antonio Rizzo, Vicepresidente della Lega Pro ed i consiglieri Alessandro Barilli e Giovanni Lombardi avevano confermato l'intenzione di procedere, una volta completate le indagini della Magistratura e della Procura federale sui recenti casi di illeciti, a una convocazione dell'Assemblea per l'elezione di nuovi vertici.

legapro-small

Firenze, 30 giugno 2015

CASO PERGOCREMA: LA CASSAZIONE RESPINGE IL RICORSO CONTRO L’ASSOLUZIONE DI MACALLI

La Corte Suprema di Cassazione - sesta sezione penale - ha respinto il ricorso proposto dal pubblico ministero, presso il Tribunale di Firenze, avverso la sentenza con la quale il GUP del capoluogo toscano aveva prosciolto il presidente della Lega Pro, Mario Macalli, dall'accusa di abuso d'ufficio ex. art. 323 del Codice penale in relazione alla nota "vicenda Pergocrema".

È stato respinto anche il ricorso proposto dalla parte civile, l'allora presidente del Pergocrema Ernesto Rimonti e Sergio Briganti, condannati a rifondere le spese di giudizio.

Il presidente Macalli era patrocinato dall'avvocato Salvatore Catalano, la cui tesi processuale è stata interamente accolta dalla Corte Suprema.

Firenze, 18 giugno 2015

macalli parla1

Firenze, 18 giugno 2015

STEP PER LE ISCRIZIONI: VERSO LA STAGIONE 2015-2016

sede1Le 60 squadre, che per la stagione sportiva 2015-16 parteciperanno al campionato di Lega Pro, per iscriversi devono ottenere la Licenza Nazionale, assegnata in base al rispetto di adempimenti legali ed economico-finanziari, infrastrutturali e sportivi-organizzativi.

Il primo step è quello del 25 giugno. Entro questa data i club dovranno depositare il prospetto P/A e la documentazione attestante il pagamento degli emolumenti dei tesserati e dipendenti e dei compensi dei tesserati.
Entro il 30 giugno dovranno invece presentare in Lega la tassa e domanda di iscrizione accompagnata dalla fideiussione e alla Co.Vi.So.C tutta la documentazione economico-fiscale della stagione appena conclusa, oltre al budget finanziario trimestrale per la stagione 2015-2016.

Le società dovranno inoltre assolvere, entro il 20 giugno, a tutti gli obblighi legati agli aspetti strutturali ed organizzativi degli impianti sportivi, come la documentazione comprovante la proprietà dell'impianto o il contratto relativo all'impianto che si intende utilizzare, nonchè il numero di posti a sedere per gli spettatori e i sistemi di illuminazione.

Infine, per quanto riguarda i criteri sportivi-organizzativi, tutti gli adempimenti (impegni a partecipare a determinate competizioni/impegni, a tesserare o a presentare schede di determinate figure professionali) hanno scadenza 25 giugno.

Qualora un club non risultasse in possesso, entro il 30 giugno, dei requisiti richiesti è previsto un ulteriore step che permette di presentare il ricorso direttamente alla Co.Vi.So.C entro il 14 luglio. In questo caso il termine fissato è perentorio e successivamente la decisione di concedere o meno la Licenza Nazionale verrà presa dal Consiglio Federale durante la riunione del 17 luglio.

Firenze, 17 giugno 2015

RICHIESTA L'AVOCAZIONE DELLE INDAGINI ALLA PROCURA GENERALE DELLO SPORT

La Lega Pro comunica di aver chiesto in data odierna l'avocazione alla Procura Generale dello Sport del Coni di tutte le indagini che la vedono attivamente e passivamente coinvolta con la Procura Federale della Figc.

legapro-small

Firenze, 15 giugno 2015

LAUREA HONORIS CAUSA PER MACALLI: "LA LEGA PRO NON E' LA LEGA DEI POVERI"

Laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione per Mario Macalli.

Il presidente della Lega Pro ha ricevuto il titolo di dottore in scienze della comunicazione, indirizzo marketing e finanza, dall'Università Popolare degli Studi di Milano.

La cerimonia, che si è tenuta ieri presso il Prorettorato bresciano dell'ateneo milanese, è stata anche un'occasione di confronto per parlare della mission della Lega Pro all'interno dell'attuale sistema calcio.

Questo il resoconto della conferenza stampa, tratto da "Giornale di Brescia":

macalli-microfono2"La Lega Pro, i ripescaggi e le classifiche ballerine, il Brescia, il Lumezzane e la FeralpiSalò.
Mario Macalli, presidente della Lega dell'ex serie C, ha una risposta per ognuno di questi temi. Figuratevi ora che gli hanno consegnato una laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione, indirizzo Marketing e Finanza.
Macalli è stato insignito alla Sdì di Mazzano, la laurea è quella dell'Università Popolare di Milano. Ed è proprio alla Sdì che il numero uno della Lega Pro ha parlato a 360 gradi del campionato che potrebbe accogliere le rondinelle nella prossima stagione: «Certamente non è un bene per il Brescia, è abituato ad altre categorie. 
Ma si sa, la vita è fatta di scale. Ho sempre avuto contatti con loro, Corioni oserei dire che è un amico visto che abbiamo condiviso anche disavventure (Macalli fa riferimento alle malattie - le «due bestie», come lui le chiama - sconfitte negli ultimi due anni, ndr). In Lega- Pro sarà una società come le altre, rispettata come lo sono il Renate o la Giana. Ma il nostro è un torneo dove in molti, grandi e piccoli, trovano slancio: pensiamo al passato e all'AlbinoLeffe, all'Alzano Virescit, alla Fermana, al Cittadella ed ali ' Entella. Da noi non si sa mai chi vince. In altri campionati invece...».
Brescia in questo momento può anche far rima con ripescaggio. E se s'arrivasse all'ultimo con il Vicenza nel 2014? «I tornei partiranno regolarmente, anche se sento già dire che tarderemo per via del calcioscommesse. Ed il ripescaggio è previsto dalle norme, quindi il Brescia potrà tentare questa via come faranno anche altri. Si vedrà».
Il presidente della terza serie difende la sua creatura: «Ci descrivono come la Lega dei poveri. Ma se ad un tavolo mettessimo Pasini, Gozzi, Arvedi, Vigorito e qualcun altro potrebbero decidere di comprare tutto il calcio italiano, pagandolo in contanti: questa è la LegaPro. Poi c'è quella dei dissidenti, delle calunnie, del fango, ma questo è un altro discorso e non mi appartiene». 
E se si facesse una franchigia, stile Usa, per evitare inadempimenti e via dicendo? «Sono depositati stipendi per 66 milioni lordi, ci hanno tolto 10 milioni di contributi e nonostante ciò abbiamo distribuito alle società 32 milioni. Sono un ragioniere di campagna, sono 60 miliardi delle vecchie lire che noi garantiamo. Quale altra Lega lo fa? Noi siamo un esempio».
Sul rapporto con le altre bresciane: «Giuseppe Pasini della Feralpi è anche consigliere di Lega, io sono orgoglioso di essere il presidente di persone cosi. Con Renzo Cavagna del Lumezzane ci sono stati dissapori in passato, ma ora siamo allineati sulla stessa lunghezza d'onda.
Sono contento che si sia salvato, perché il Lumezzane l'ha meritato sul campo»."

Fabio Tonesi - Giornale di Brescia - 9 giugno 2015

LEGA PRO: CHI SIAMO E COME SIAMO

In questi giorni ricorrono con frequenza sugli organi di stampa previsioni sulla futura composizione dei gironi di Lega Pro e sul rimaneggiamento numerico degli stessi. Si tratta di ipotesi del tutto destituite di fondamento, spesso diffuse sia nell'illusione di favorire qualche società sia per creare confusione e alimentare le polemiche dei tifosi.

In questa logica rientra anche l'enunciazione continua di difficoltà di iscrizione di molte società, di fallimenti, di rinunce espresse. Non ultimi i continui riferimenti alle vicende del calcio-scommesse esposti in modo chiaramente strumentale.

Il Consiglio direttivo della Lega Pro intende precisare:

1) La composizione dei gironi, compito esclusivo e non rinunciabile dei suoi organi dirigenti, sarà determinata in piena autonomia seguendo i consueti canoni di scelta improntati a rigore e pieno rispetto delle regole;

2) Il numero dei gironi (tre) non subirà alcuna variazione;

3) A tutt'oggi è stato dichiarato il fallimento di due società e non si è avuta alcuna rinuncia: è comunque da tenere presente quanto è accaduto e rischia di accadere nelle due Leghe maggiori e nell'intero sistema calcio;

4) La posizione di Lega Pro sul calcio-scommesse è sempre stata di assoluta limpidezza e di indiscussa e ininterrotta vigilanza, come dimostrato dagli accordi sottoscritti anni fa con SportRadar, Ministero dell'Interno e altri organismi di vigilanza, sulla base di quanto deciso esclusivamente dal Presidente e dall'organo di governo, non essendo mai stata demandata ad altre persone anche all'interno della Lega la facoltà di chiudere siffatti accordi.

In un periodo di piena attività per la preparazione della prossima stagione sportiva, il Consiglio direttivo è convinto che la stragrande maggioranza delle società sia consapevole del positivo e costruttivo operato degli organi di Lega Pro, contro le false notizie e le gratuite polemiche diffuse ad arte per colpire e creare danni irreversibili, anche di natura economica, alla Lega e alle proprie associate.

legapro-small

Firenze, 8 giugno 2015

CONSIGLIO DIRETTIVO LEGA PRO: LE DECISIONI

Il Consiglio Direttivo della Lega Pro si è riunito a Firenze, presenti i vicepresidenti Archimede Pitrolo e Antonio Rizzo, i consiglieri Alessandro Barilli, Walter Baumgartner, Giovanni Lombardi, Walter Mattioli, Giuseppe Pasini, Pietro Vavassori e il consigliere federale Gabriele Gravina.

In merito all'inchiesta "Dirty Soccer" sulle scommesse, la Lega Pro si è costituita parte offesa contro le società, i dirigenti e i giocatori che risultassero, al termine delle indagini in corso, responsabili di aver contribuito alla manipolazione del risultato sportivo delle partite coinvolte.
La Lega Pro ribadisce di aver sempre tutelato con la massima fermezza la regolarità dei campionati e di aver vigilato sulle anomalie delle scommesse, segnalandole tempestivamente all'Autorità giudiziaria.

E' stata poi programmata per il 30 giugno l'assemblea per l'approvazione del bilancio della stagione sportiva 2013-14.
Sono state, infine, ratificate le norme per l'iscrizione al campionato 2015-16.

Per la commissione "carte federali" è stato nominato come componente il Direttore Generale della Lega Pro, Renato Cipollini.

sede-lega

Firenze, 4 giugno 2015

COMMEMORAZIONE CADUTI GRANDE GUERRA 1915 –18

COMMEMORAZIONE CADUTI GRANDE GUERRA 1915 – 1918 NELLE GARE IN PROGRAMMA DOMENICA 24 MAGGIO 2015

La F.I.G.C. su indicazione del Presidente del C.O.N.I. Dott.Giovanni Malagò ha disposto che in occasione delle gare in programma nel solo giorno di domenica 24 Maggio 2015, venga effettuato un minuto di silenzio in memoria dei caduti della Grande Guerra 1915-1918.

lnk-coni

22 maggio 2015

COMUNICATO LEGA PRO

Il Vicepresidente della Lega Pro Archimede Pitrolo – all’esito di una consultazione del Comitato Esecutivo -  ha conferito al direttore generale l’incarico di convocare una riunione del Consiglio Direttivo per il prossimo giovedì 4 giugno, inserendo all’ordine del giorno il seguente argomento: fissazione dell’assemblea delle società entro il 30 giugno per l’approvazione del bilancio consuntivo 2013-14, esame delle richieste pervenute da 15 delle 60 società di Lega Pro e delibere conseguenti.

Il Vicepresidente ha altresì conferito mandato ai propri legali di depositare, presso la Procura della Repubblica di Catanzaro, la dichiarazione di persona offesa dal reato nel procedimento penale denominato ‘Dirty Soccer’.

legapro-small

Firenze, 21 maggio 2015

Pagina 1 di 73

LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO
P.I. 03974420485 via Jacopo da Diacceto 19
50123 Firenze - Tel 055/323741 - Fax 055/367477
segreteria@lega-pro.com

 

 

 

 

 

 

  sponsor05