www.lega-pro.com | la lega | attività rappresentativa
 
Squadre   Lega Pro   Comunicati   Mail

       

      Bel pareggio dell'Italia C in Ungheria

 

Mirop Cup: Ungheria-Italia C 1-1


UNGHERIA (4-4-2) Kemenes; Kiss, Debreceni, Kovacs, Varga (dal 17' s.t. Fodor); Szatmari, Korcsmar (dal 42' s.t. Nyari), Pinter, Laczko (dal 20' s.t. Szakaly); Hrepka, Feczesin. (A disposizione: Bogdan, Suto, Ivancsics, Szabo). CT Roth.

ITALIA (4-4-2) Romano (Andria); Masiero (Ancona) (dal 4' s.t. Bianchi, Prato), Volta (Carpendolo), Gozzi (Reggiana), Renzetti (Lucchese); Capocchiano (Monza) (dal 4' s.t. Petrongari, Rieti), Pani (Pistoiese), Bottone (Varese) (dal 25' s.t. Mottola, San Marino), Pettinari (Sangiovannese); Volpe (Ravenna) (dal 34' s.t. Barbieri, Reggiana), Dionisi (Celano) (dal 20' s.t. Pepe, Cremonese). A disposizione: Moulin Piovezan (Prato) e Lambrughi (Pro Sesto). CT Veneri (in panchina Ripari)

ARBITRO Bukolec (Slovenia).

MARCATORI Hrepka (U) al 16' p.t.; Volpe (I) al 22' s.t.

NOTE – Si è giocato allo stadio del Ferencvaros, intitolato a Bozsik. Spettatori 1.000 circa. Ammoniti Feczesin, Volpe, Volta e Renzetti.

BUDAPEST - E’ stato un vero peccato che questa eccellente esibizione della rappresentativa di Lega C si sia disputata all’estero, in Ungheria, nello stadio Bozsik del Ferencvaros, intitolato ad una delle glorie della storica grande squadra capitanata dal colonnello Puskas.  Al di là del risultato di parità, sicuramente è risultata la migliore partita disputata in questa stagione dagli azzurrini, sia come collettivo che come individualità emerse. Peccato allora che si giocasse all’estero e peccato che sia mancato il consueto gruppo di osservatori, sempre numerosi nelle gare interne come nella precedente giocata a Sassuolo e vinta  contro la Croazia.

Era piena però, a fine gara, la soddisfazione del presidente Mario Macalli, del vice Archimede Pitrolo e del segretario Marinella Conigliaro. Si è preso i complimenti anche l’allenatore Ripari, in attesa del ritorno a tempo pieno di Veneri che è in ripresa dopo un intervento chirurgico.

La stagione della rappresentativa si è così conclusa, ora nel finale di campionato, con le società impegnatissime nelle lotte promozione-salvezza-play, i giocatori saranno lasciati alle rispettive società. I tecnici della Lega continueranno però il lavoro per allestire la nazionale azzurra che in agosto parteciperà alle Universiadi in programma a Bangkok.

Tornando alla partita di Budapest, gli azzurrini, capitanati da Claudio Pani della Pistoiese, non si sono mai lasciati intimorire dalla tecnica e dalla vigoria di avversari indubbiamente dotati di maggiore esperienza. Vale infatti la pena di ricordare ancora una volta che, fermo restando il fatto che la Mirop Cup è aperta ai nati nell’86 e nell’87, ogni nazione è libera di selezionare i giocatori di qualsiasi campionato, anche della rispettiva serie A, mentre la squadra italiana è rigorosamente formata da tutti giocatori il cui cartellino appartiene a società di serie C.  

Un esempio di questa differenza è dato dall’autore del gol con cui l’Ungheria è passata in vantaggio: Adan Hrepka non solo gioca stabilmente nella serie A (MTK Budapest) ma ha già fatto il suo esordio nella sua nazionale A in un’amichevole giocata contro il Canada.

Gli azzurrini non si sono dati mai per vinti ed hanno sfiorato il pareggio prima con Pettinari (Sangiovannese) poi con Volpe (Ravenna) su invitante assist di Dionisi (Celano). Dopo il pareggio siglato con un preciso colpo di testa dallo stesso Volpe è stato il portiere Romano (Andria) a difendere il pareggio con una grande parata.

 

 

CLASSIFICA P G V N P F S
UNGHERIA 14 7 4 2 1 11 6
ITALIA 10 8 2 4 2 8 13
CROAZIA 9 6 3 0 3 10 10
SLOVENIA 7 7 2 1 4 10 10
SLOVACCHIA 6 6 1 3 2 5 5

 

PROSSIME GARE
22 maggio: Slovacchia-Croazia
6 giugno: Croazia-Ungheria
6 giugno: Slovacchia-Slovenia